auto della polizia con lampeggianti

È di questi minuti la notizia di una sparatoria che ha coinvolto un’importante chiesa di New York. Secondo le prime informazioni trapelate dai media statunitensi, un uomo si sarebbe arrampicato sopra un’impalcatura antistante e avrebbe aperto il fuoco.

L’uomo ha scelto una delle più importanti chiese di Manhattan dove, nel pomeriggio di domenica si stava tenendo un concerto di Natale aperto al pbblico. Al momento sono ignote le cause del gesto. Sul posto polizia e mezzi di soccorso. Ad assistere al concerto c’era un folto gruppo di persone.

New York: sparatoria in una chiesa

Attimi di terrore e caos hanno caratterizzato il pomeriggio newyorkese, dopo che un uomo ha aperto il fuoco sulla folla.

Il fatto è accaduto nell’Upper West Side di Manhattan presso la St. John the Divine. Sul posto c’erano diverse persone riunite per uno spettacolo di canti di Natale. Erano tutti radunati davanti all’ingresso della chiesa quando qualcuno ha cominciato a sparare.

L’allerta è stata lanciata intorno alle 3.45 del pomeriggio ora locale (circa le 9.45 italiane). All’udire dei primi spari si è scatenato il caos perché i presnti si sono dati immediatamente alla fuga, nascondendosi dietro ai veicoli.

Individuato l’assalitore

Stando alle prime testimonianze raccolte, in molti hanno visto un uomo con indosso una giacca rossa. Sul posto sono immediatamente le squadre di polizia di New York e il servizio d’emergenza. L’uomo ha continuato a sparare in aria e contro gli agenti che, dopo diversi minuti, sono riusciti a neutralizzarli. Al momento si trova presso l’ospedale Mount Sinai Morningside ed è in gravi condizioni.

Al momento non ci sono notizie di feriti né tra i presenti né tra gli agenti di polizia.

La chiesa è la casa madre della diocesi episcopale di New York. Il concerto di Natale era il primo evento pubblico dall’inizio dell’epidemia di Covid-19.

Guarda il video: