Alberto Genovese in primo piano

Fioccano nuove denunce di violenza sessuale nei confronti di Alberto Genovese, già in carcere per il presunto stupro ai danni di una giovane ragazza, che sarebbe avvenuto lo scorso 10 ottobre.

Le denunce sono state raccolte dagli inquirenti, che avrebbero anche riconosciuto in una delle ragazze una delle persone osservate in vari video delle telecamere di sicurezza della casa di Genovese.

I video delle telecamere

Alla fine, proprio le telecamere che Genovese aveva fatto installare per la sua sicurezza personale (ben 19, in giro per l’attico) potrebbero rappresentare lo strumento che lo inchioderà definitivamente.

È nei video delle telecamere che gli inquirenti hanno potuto verificare gli effettivi movimenti e spostamenti della ragazza che per prima ha denunciato Genovese, ed è sempre nei video che compare anche un’altra giovane che, solo negli scorsi giorni, avrebbe denunciato una violenza sessuale. Pare che Genovese avesse anche cercato di far distruggere i file da un collaboratore, senza però riuscire nel suo intento.

Il racconto delle due ragazze

Le due donne avrebbero denunciato Genovese per diversi episodi di presunti stupri, ed avrebbero raccontato una dinamica non dissimile da quella riportata dalle altre due giovani che, prima di loro, hanno denunciato.

Come negli altri casi si parla di droga somministrata ad un certo punto della serata -una sostanza non definita in maniera precisa- che le avrebbe stordite. A quel punto secondo i loro racconti Genovese avrebbe cominciato ad abusare di loro.

Alberto Genovese è indagato per droga e per violenza sessuale, così come l’ex fidanzata, accusata di concorso in violenza da una delle 4 denuncianti. Anche Daniele Leali, braccio destro di Genovese, è indagato per cessione di droga.

Approfondisci:

Caso Genovese, atroce racconto su una ragazza a Ibiza: “Camminava a gambe divaricate”

Caso Genovese, indagata anche la fidanzata: le accuse a suo carico

Caso Genovese, la presunta vittima parla della sera della festa: racconto atroce