mano di un neonato

Avrebbe ripetutamente violentato la nipotina neonata -la figlia di sua figlia- ed avrebbe filmato le violenze. Un uomo di 53 anni è finito in manette dopo che, grazie ad un’indagine della polizia postale di Milano, che ha scoperto delle violenze per via di uno dei video filmati e pubblicati su una piattaforma di streaming.

Il video della violenza diffuso online

La vittima delle violenze sarebbe una bambina ancora in età neonata: il responsabile sarebbe stato identificato come il nonno materno della piccola. Il video atroce che mostrava la violenza è finito nelle maglie del monitoraggio della Polizia Postale, ed a quel punto la Procura di Milano è intervenuta.

È stato fondamentale verificare l’autenticità delle immagini, che purtroppo si sono rivelate reali, ed a quel punto è partita la ricerca dell’uomo nel video.

A segnalare il video, in prima battuta, è stato il Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia, che combatte un’aspra battaglia per individuare materiale di violenza diffuso online.

Abusi perpetrati quando la piccola veniva affidata al nonno

Le indagini hanno portato a scoprire che il 53enne godeva della massima fiducia in famiglia, tanto che le violenze sarebbero state perpetrate nei momenti in cui la madre affidava la piccola al nonno materno, se doveva allontanarsi per necessità.

Quando l’abitazione dell’uomo è infine stata perquisita sono stati ritrovati vari firmati in cui la piccola appariva durante gli abusi, oltre ad altro materiale pedopornografico.

Il 53enne ora è detenuto in carcere

Le evidenze e gli elementi raccolti sono stati tali che è stato immediatamente richiesto, e ottenuto, un provvedimento cautelare carcerario. Non è per ora emerso dalle fonti se l’uomo, oltre ad essere accusato di violenza sessuale verso minori, sia anche accusato per la diffusione del video degli abusi.

Approfondisci:

Marsala, 51enne arrestato per abusi sessuali su 3 figlie minori di 14 anni

Abusi sulla nipote minorenne, lei dice tutto alle prof: 69enne in manette