migranti naufragio

Tragedia in mare nel giorno della Vigilia di un Natale quanto mai surreale, avvolto da un clima di preoccupazione per l’emergenza sanitaria. È avvenuto questa mattina al largo delle coste della Tunisia il naufragio di un’imbarcazione con a bordo un numero non definito di migranti che stavano viaggiando verso l’Italia.

Immediato l’intervento della Guardia Costiera: ci sono vittime.

Migranti: naufragio a sud di Lampedusa, almeno 20 i morti

Un dramma quello che si è consumato questa mattina al largo della Tunisia. È naufragata un’imbarcazione con a bordo migranti che si sono messi in mare per raggiungere l’Italia.

Sembra che a bordo della nave viaggiassero circa 60 migranti in tutto, la metà dei quali avrebbe perso la vita nell’incidente.

L’allarme di Alarm Phone

Un allarme era arrivato alle prime ore di questa mattina quando a notare un’imbarcazione in difficoltà non lontano da Lampedusa era stata l’organizzazione non governativa Alarm phone. “Barca in pericolo a Sud di Lampedusa – scriveva su Twitter l’organizzazione questa notte – Una barca con circa 65 persone a bordo tra cui bambini, ci ha contattato questa sera.

Sono fuggite dalla Libia e sono nella SAR di Malta. Dicono di star finendo la benzina. Le autorità sono informate. Necessitano soccorso immediato“. Non è però al momento possibile confermare se la nave intercettata da Alarm Phone sia la stessa interessata dal naufragio.

tweet alarm phone
L’allarme lanciato da Alarm Phone. Fonte: Twitter

Continuano le ricerche dei dispersi

Immediato l’intervento nelle prime ore di questa mattina della Guardia Costiera che ha però reso ufficiale di aver recuperato dal mare il corpo di 20 migranti, purtroppo morti nel naufragio. Altre 5 invece i migranti soccorsi in gravi condizioni di salute che lottano ora tra la vita e la morte.

Continuano in questi momenti le ricerche di eventuali persone disperse in mare.