Sanitari in tuta anti covid in ospedale

Un rialzo della positività in Italia è stato registrato oggi, martedì 30 dicembre. Il numero dei nuovi positivi al Coronavirus è di 16.202 casi. Il tasso non raggiunge i livelli dello scorso fine settimana, ma comunque sale dal confortante 8,7% di ieri 9,6% di oggi, in aumento dello 0,9%.

Come negli ultimi giorni, anche oggi la regione che registra più positivi è il Veneto che sfiora i 3 mila. Torna a calare invece il numero dei decessi, mentre nel Regno Unito il numero delle vittime raggiunge un picco di 981 morti. L’Istat oggi, giunti alla fine di quest’ anno segnato dalla pandemia, ha registrato quasi 84 mila morti in più rispetto al trend calcolato tra il 2015 e il 2019.

Coronavirus, il bollettino del 30 dicembre

È vero che il numero dei positivi si innalzato notevolmente rispetto allo scorso fine settimana, tuttavia oggi aumenta anche quello dei tamponi, che oggi ne conta circa 40 mila in più. Su un totale di 169.045 test, sono risultati essere positivi 16.202, a fronte degli oltre 11.212 di ieri, su una stima di 128.740 tamponi.

Il numero delle vittime invece cala rispetto a ieri che se ne contavano oltre 600, oggi 30 dicembre sono stati registrati in Italia 575. Cala anche il numero delle terapie intensive occupate, che scende di 21 unità, per un totale attuale di 2.528.

In reparto invece 23.566, 96 in meno. I guariti del giorno invece sono 19.960, raggiungendo un totale di 1.445.690 dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

I numeri delle regioni

Il Veneto è ancora una volta la regione con il più alto numero di positivi 2.986, la segue la Lombardia con 1.673 casi, e la Puglia con 1.470 che comincia a preoccupare l’amministrazione. Troviamo poi l’Emilia Romagna con 1.427 caso e il Lazio che ne conta 1.333. Infine c’è il Piemonte con 1.084.

Tutte le altre regioni restano sono i mille, presentando per lo più numeri a 3 cifre, fatta eccezione del Molise che ne conta 44 e la Val d’Aosta con 14.