Dopo l’arresto, l’autore dei lanci di sassi dal cavalcavia sulla Torino-Milano confessa: “Sono pentito. Non so nemmeno perché lo facevamo”

Dramma familiare a Forlì, dove attorno a mezzogiorno di oggi un’anziana donna avrebbe impugnato una pistola e sparato al marito di 84 anni. L’uomo, a seguito delle ferite, è morto in ospedale: la moglie invece avrebbe rifiutato di rispondere alle domande degli inquirenti e potrebbe essere affidata ad una struttura.

81enne spara al marito e lo uccide

Secondo quanto riportano le fonti, dietro la tragedia c’è la mano di una 81enne, Bianca Maria Albonetti. Attorno alle 12.30, i vicini di casa dell’anziana coppia hanno chiamato i soccorsi, allertati da un colpo di pistola e le grida della donna.

Intervenuti, gli agenti hanno trovato il corpo di un 84enne ex vigile urbano, Mauro Mazzotti colpito alla schiena da un colpo di pistola. Immediata la richiesta di soccorsi, ma inutili: l’uomo è morto poco dopo essere arrivato in ospedale, secondo le fonti.

In casa, anche la moglie 81enne, portata dagli agenti in Questura per far luce sulla vicenda. Secondo quanto riferito dai vicini, riporta Ansa, la coppia non era nuova a litigi.

Roma, anziana torturata per ore dalla badante: leggi di più

L’81enne sarebbe malata e poco lucida

La vicenda di Forlì però potrebbe essere più complessa di una lite domestica: l’anziana 81enne infatti avrebbe problemi di natura fisica e mentale; la donna non sarebbe in grado di camminare autonomamente, e anche durante l’interrogatorio in Questura sarebbe risultata poco lucida.

Ad ogni modo, Ansa riporta che la Albonetti avrebbe comunque scelto con il suo avvocato di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Non ci sarebbero però dubbi sul fatto che a sparare al marito 84enne sia stata proprio lei. A incastrarla, ci sarebbe anche l’esame per verificare la presenza di polvere da sparo, fuoriuscita dall’arma detenuta dal marito, appassionato di caccia.

Per la donna, ora, dovrebbe scattare l’accusa di omicidio, ma date le sue condizioni potrebbe essere affidata a parenti o ad una struttura apposita.