Politica

Michele Emiliano: “Nessuno studente è obbligato ad andare a scuola”

Michele Emiliano: "Nessuno studente è obbligato ad andare a scuola". Il governatore della Puglia da chiarezza
primo piano del governatore Michele Emiliano

Domani nessuno studente di ogni ordine e grado è obbligato ad andare a scuola. Tutti sono in didattica integrata da casa come da ordinanza che ho firmato ieri“. A dirlo attraverso il suo profilo Facebook, nella serata del 6 gennaio con una precisazione è il governatore della Puglia Michele Emiliano che tenta di fare chiarezza sull’ordinanza emanata il 5 gennaio. Queste parole arrivano solo a poche ore dal 7 gennaio e l’incertezza sembra ancora dilagare sul tema della scuola tanto che per questa mattina sono stati organizzati presidi e iniziative in tutta Italia dai Comitati e dagli studenti che chiedono il rientro a scuola dopo quasi 1 anno di fermo.

Le parole di Emiliano sulla scuola

Domani nessuno studente di ogni ordine e grado è obbligato ad andare a scuola“, scrive Emiliano su Facebook che poi precisa, “Possono andare a scuola in presenza solo gli studenti con bisogni didattici speciali e chi deve fare laboratorio, secondo la valutazione autonoma delle scuole, ma non sono obbligati“. Le eccezioni comunque ci sono: “La scuola per l’infanzia, per la quale non c’è obbligo di presenza, funziona solo in presenza” e non solo “Per il primo ciclo inoltre le famiglie che per loro ragioni intendono comunque fare frequentare in presenza i loro figli a scuola devono responsabilmente farne RICHIESTA ESPLICITA E FORMALE al dirigente scolastico“.

La richiesta poi dovrà essere valutata “da quest’ultimo sulla base dei criteri della alleanza scuola famiglia. Nessun automatismo. Auspico fortemente una prudente e responsabile valutazione di tale ultima circostanza. Spero che adesso l’ordinanza sia più chiara“. In moltissimi commentano poi il post di Emiliano chiarendo come le modalità siano di nuovo confuse e arrivino di nuovo a poche ore dal rientro in classe.

Michele Emiliano, il post su Facebook

Rientro a scuola il 7 gennaio

La scuola è stata la prima a fermarsi dopo la scoppio della pandemia. Oggi molti studenti tornano in classe a quasi 1 anno dal primo stop. Si rientra per le scuole dell’infanzia, elementari e medie, per un totale di 5 milioni di studenti, mentre rientrano in presenza al 50% le superiori in Trentino Alto Adige. Lazio, Abruzzo, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Liguria, Sicilia e Valle d’Aosta, invece, rientreranno l’11 gennaio. Piemonte, Veneto e Campania, tra le altre, hanno firmate delle ordinanze ad hoc.

Approfondisci

TUTTO sul covid-19

Dpcm, spostamenti e divieti: cosa si può e non si può fare dal 7 al 15 gennaio

Cosa prevede il nuovo mini-Dpcm dal 7 gennaio

Potrebbe interessarti