bonus mobilità

Dal 14 gennaio riparte il bonus mobilità, iter diviso in due fasi: la prima è stata quella del 3 novembre 2020, il famoso click day. La seconda, che durerà circa un mese, è volta a rimborsare chi è stato escluso dal click day. Ecco chi e come accedere al bonus.

Bonus mobilità: cos’è e a quanto ammonta

Il bonus sulla mobilità è un contributo che può ammontare a un massimo di 500 euro, volto a coprire fino al 60% delle spese sostenute per l’acquisto di mezzi sostenibili, quali “biciclette, anche a pedalata assistita, e di veicoli per la micromobilità elettrica quali monopattini, hoverboard e segway“, come specifica il MIT.

L’incentivo copre anche le spese per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa. Uno degli obiettivi è, infatti, assicurare spostamenti sicuri e sostenibili nelle grandi aree urbane, soprattutto in vista dell’emergenza sanitaria.  

Fase 2: come ottenere i rimborsi

La seconda fase del bonus si aprirà alle ore 9 del 14 gennaio 2021 e si avrà tempo un mese, fino al 15 febbraio, per richiedere il rimborso. Potrà accedervi chi ha effettuato l’acquisto di beni e servizi previsti dal Programma Sperimentale Buono mobilità nell’arco di tempo compreso tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020.

Requisiti per ottenere il bonus

Le caratteristiche indispensabili per accedere al rimborso sono poche e chiare. Oltre all’acquisto dei mezzi o servizi “sostenibili”, il MIT ricorda che il bonus “spetta ai maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti“. È poi necessario essere in possesso della fattura per attestare che l’acquisto sia conforme ai requisiti richiesti.

Non è così scontato sottolineare che non può accedere al bonus chi ne ha già beneficiato nella prima fase.

Accedere al portale per il rimborso

Il passo finale per richiedere il bonus è identificarsi tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sul portale buonomobilità.it. Si prosegue inserendo i propri dati,  il valore del bene o servizio acquistato e lo scontrino o la fattura che attestino la spesa.

Quando avvengono i rimborsi

I rimborsi saranno erogati dopo il 15 febbraio 2021. Fino a quella data è comunque possibile effettuare modifiche ai dati e alla documentazione inseriti, semplicemente accedendo alla propria area riservata.

La piattaforma garantisce inoltre un servizio di assistenza per eventuali problematiche durante le procedure.

Approfondisci:

Coronavirus, in arrivo bonus di 500 euro per l’acquisto di bici e monopattini

Bonus Mobilità, è il caos: ore di coda per ogni utente e malfunzionamenti continui

Anno nuovo, bonus nuovi: ecco quelli previsti per il 2021