silvio berlusconi in primo piano

Si apprende in questi minuti che l’ex premier Silvio Berlusconi è stato ricoverato in ospedale a Monaco. Le sue condizioni di salute hanno reso necessaria la procedura ospedaliera perchè, a detta del medico curante, Berlusconi avrebbe un problema cardiaco. Tuttavia, viene anche riferito che le sue condizioni non sarebbero preoccupanti.

Berlusconi in ospedale a Monaco

A riferire la notizia nel corso dell’ultima ora è stata Ansa, che cita direttamente il medico personale di Berlusconi, quell’Alberto Zangrillo che nei mesi di pandemia da Coronavirus è stato al centro di numerose polemiche. Il medico avrebbe disposto il ricovero dopo una visita a Berlusconi: “Lunedì sono andato d’urgenza dove risiede temporaneamente il presidente, nel Sud della Francia [a Valbonne, vicino Nizza] per un aggravamento“.

Da qui, si apprende, Zangrillo avrebbe “imposto il ricovero ospedaliero a Monaco“; il motivo della scelta di farlo ricoverare in Francia sta nel fatto che il medico avrebbe “ritenuto prudente non affrontare il trasporto in Italia“.

Problema al cuore per Berlusconi

Nello specifico, Ansa riporta che alla base del necessario ricovero per Silvio Berlusconi ci sarebbe “un problema cardiaco aritmologico“, abbastanza grave da dover ricorrere ad alcuni esami e controlli ospedalieri.

Tuttavia, le fonti riportano che il leader di Forza Italia ed ex premier non sarebbe in condizioni di salute gravi. Dopo gli esami in corso al Centro cardio toracico del Principato di Monaco, Berlusconi dovrebbe tornare a casa nel giro di pochi giorni.

Silvio Berlusconi affetto da patologia cardiaca: scopri di più

Le condizioni di Silvio Berlusconi

La notizia arriva dopo alcuni mesi già particolarmente tribolati dal punto di vista sanitario per il politico e imprenditore 84enne. A inizio dicembre, infatti, i medici gli avevano consigliato riposo assoluto, rivelando che era in corso una “situazione severa riguardo il suo stato di salute“.

Anche in quel caso si era parlato di una possibile patologia cardiaca in corso di aggravamento. A dirlo era stato uno dei suoi legali, Federico Cecconi, che aveva riferito come anche per i medici francesi per Berlusconi fosse impossibile “procedere con l’ordinarietà della vita normale, a maggior ragione una sua presenza in un contesto come quello di natura processuale“.

Prima ancora, Berlusconi era stato ricoverato per aver contratto il Covid-19: l’ex premier aveva passato 11 giorni al San Raffaele di Milano, per aver contratto una polmonite bilaterale ed essere risultato paziente ad alta carica virale.

Del momento, aveva detto: “Ho provato in prima persona che fino a quando il virus non sarà debellato ognuno di noi è esposto al rischio di essere contagiato e contagiare gli altri“.

Approfondisci

TUTTE le notizie su Silvio Berlusconi