silvio berlusconi in primo piano

Negli ultimi giorni, le condizioni di salute di Silvio Berlusconi sarebbero peggiorate tanto da spingere i medici a raccomandare il riposo assoluto a casa. Per il leader di Forza Italia, ricoverato per Covid-19 e poi dimesso nel settembre scorso, il quadro sarebbe attualmente “severo”.

Silvio Berlusconi sta male: “Condizioni severe

La notizia di un aggravamento nelle condizioni di salute di Silvio Berlusconi è arrivata poche ore fa, in costanza dell’udienza di ieri, 30 novembre, per il processo “Ruby ter”.

Pochi mesi fa, il leader di Forza Italia era stato costretto al ricovero a causa del Coronavirus, esperienza da lui stesso dipinta come “la più terribile” della sua esistenza.

Intervenuto all’Ansa, il suo legale, Federico Cecconi, ha descritto in questi termini la situazione che riguarda l’ex Cavaliere dopo aver prodotto la relativa documentazione medica in aula: “Abbiamo rappresentato una situazione severa riguardo il suo stato di salute. I medici, anche quelli francesi, raccomandano riposo assoluto e quindi impossibilità, da parte sua, di procedere con l’ordinarietà della vita normale, a maggior ragione una sua presenza in un contesto come quello di natura processuale“.

Scopri la storia di Silvio Berlusconi tra famiglia, politica e aule di tribunale

L’ipotesi di una patologia cardiaca

Negli ultimi giorni, dunque, le condizioni di Silvio Berlusconi avrebbero subito uno stop in quello che il suo avvocato ha definito “iter di miglioramento” dopo il ricovero e la guarigione dal Covid.

Cecconi avrebbe parlato di “un’ulteriore forma di ingravescenza“, riferisce ancora Ansa, cioè di un peggioramento per cui si sarebbe reso necessario l’assoluto riposo domiciliare.

Attualmente al leader di Forza Italia sarebbe stato fortemente raccomandato di non muoversi e di non svolgere attività.

Questa evoluzione negativa del quadro di Berlusconi sarebbe “legata ad un certo attivismo che gli era stato sconsigliato“.

L’ipotesi dietro l’aggravamento, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore che cita ancora le parole dell’avvocato, sarebbe quella di una patologia cardiaca. Nel 2016, fu sottoposto a un delicato intervento chirurgico per la sostituzione della valvola aortica a causa di una insufficienza.

Approfondisci

TUTTO SU SILVIO BERLUSCONI

Berlusconi sul Covid: “Malattia infernale”