Cronaca dal Mondo

Defibrillatori, sempre più numerosi in città: a cosa servono e come possono salvarci

Che cos'è e come funziona un defibrillatore automatico, un vero e proprio strumento salvavita che sta popolando le città cinesi
defibrillatore

Avviene in Cina, il Paese più popoloso al mondo con 1,4 miliardi di abitanti, l’avvio verso una protezione della salute che non dipende più solo dagli ospedali ma anche dal singolo. Il governo cinese ha infatti deciso di investire molto per l’acquisto e l’installazione in punti strategici delle città dei defibrillatori automatici esterni (DAE).

Come funzionano i defibrillatori automatici

Un defibrillatore automatico è un dispositivo medico che riesce ad individuare in autonomia se ci sono delle anomalie cardiache in corso.

Di conseguenza, in maniera automatica, è il defibrillatore a decidere se vi è bisogno di rilasciare una scarica elettrica e di quale intensità per riuscire a salvare la vita ad una persona mentre si attendono i soccorsi. Questi dispositivi possono essere usati anche da persone inesperte che non sappiano praticare un eventuale massaggio cardiaco.

Uno strumento salvavita, soprattutto in un paese come la Cina. Le morti per arresto cardiaco improvviso sono stimate intorno ai 540.000 casi all’anno, l’equivalente di una morte al minuto.

È infatti la Cina il Paese con il maggior numero di arresti cardiaci improvvisi al mondo e il tasso di salvataggio invece si aggira attorno all’1%,. Questi sono dati emersi da un rapporto del 2016 sulle malattie cardio-vascolari.

In America e in Giappone, ogni 100.000 residenti sono presenti 300 DAE, mentre in Cina il numero è inferiore a 10. La carenza di defibrillatori automatici è un problema critico nel Paese“, ha dichiarato al The Paper Zhang Yuanchun, specialista in soccorsi di emergenza. La Cina ha quindi deciso di invertire questo trend decisamente negativo, installando negli anni sempre più dispositivi nelle varie città, principalmente in punti strategici come fermate della metro e dei treni.

I primi risultati

Questa nuova consapevolezza, che piano piano sta prendendo piede tra il popolo cinese, ha già dato i primi risultati. Il 14 dicembre questi dispositivi sono finiti sui giornali locali per aver salvato la vita a due persone. Una di queste è un uomo di nome Tu che è crollato in strada fuori dal posto di lavoro a Shenzhen, nella Cina meridionale. L’uomo ha subìto un offuscamento della vista e in seguito si è accasciato a terra. I passanti hanno immediatamente chiamato i soccorsi ma sono anche riusciti ad intervenire con un defibrillatore appena installato.

Questo dispositivo ha permesso all’uomo di sopravvivere fino all’arrivo dei medici.

Potrebbe interessarti