primo piano larry king

È morto Larry King, leggenda della televisione statunitense, che con il suo inconfondibile stile ha intervistato centinaia di personaggi iconici e condotto programmi entrati nella storia della tv. Il conduttore aveva 87 anni e da settimane era ricoverato per coronavirus, ma non si avevano notizie delle sue condizioni. King ha dovuto subire la dolorosa perdita dei due figli, scomparsi nel giro di un mese nel 2020.

Larry King scomparso a 87 anni

A dare la notizia della scomparsa del celebre conduttore televisivo è Ora Media, compagnia di produzione televisiva fondata dallo stesso Larry King. Il conduttore è morto al Cedar-Sinai Medical Center di Los Angeles, come informa l’azienda tramite il profilo Twitter del conduttore.

Per 63 anni e attraverso radio, televisione e media digitali, le migliaia di interviste di Larry, premi e riconoscimenti globali si ergono come testamento al suo talento unico e duraturo“, si legge nel comunicato.

Uno stile unico

Nella nota si ricorda lo stile che contraddistingueva Larry King, il cui nome compariva nel titolo dello show ma che “vedeva i soggetti delle sue interviste come le vere star del suo programma, e lui stesso come un semplice e imparziale tramite tra l’ospite e il pubblico“.

Larry King ha intervistato “presidenti degli Stati Uniti, leader stranieri, celebrità“, e a chiunque rivolgeva “domande brevi, dirette e semplici“. Per 25 anni ha condotto il Larry King Live sulla CNN, di cui è diventato un volto iconico. Pi di 40mila interviste, tutte senza peli sulla lingua, con un approccio il più possibile diretto, che secondo la sua opinione consentivano una comprensione maggiore dell’argomento in dibattito.

Il tweet dell'annuncio
Il tweet dell’annuncio

Il conduttore spesso sopra le righe

Larry King non è stato altrettanto “lineare” nella sua vita personale. Sposato 8 volte, tra cui con una coniglietta di Playboy e due volte con la stessa donna, ha avuto 5 figli, di cui 2 tragicamente scomparsi recentemente.

A livello professionale è stato al centro di alcune polemiche per le sue interviste più controverse, quelle a sostenitori di teorie cospirazioniste sugli UFO e a presunti sensitivi. Diventato comunque una leggenda, ha preso parte con cameo in film diventati cult, come Ghostbusters, e in serie televisive come Law and Order e The Simpson.