volante dei carabinieri

Tragedia a Polesella, in provincia di Rovigo, dove un uomo sarebbe stato ucciso a coltellate nella sua abitazione. La moglie della vittima avrebbe tentato il suicidio, salvata in extremis dopo l’allarme lanciato da alcuni vicini.

Accoltellato a morte in casa a Polesella

Indagini in corso sull’omicidio di un uomo a Polesella, nella provincia di Rovigo, delitto che si sarebbe consumato nella serata di ieri all’interno della sua abitazione.

Stando alle informazioni delle ultime ore, a lanciare l’allarme, segnalando ai carabinieri che qualcosa non andava, sarebbero stati alcuni vicini della vittima.

La moglie salvata mentre tenta il suicidio

I militari avrebbero trovato la moglie dell’uomo nell’auto accesa, all’esterno dell’abitazione di famiglia, in quello che sarebbe apparso come un tentativo di togliersi la vita con i gas di scarico.

La donna sarebbe stata salvata in extremis e sarebbe stata poi trasportata in ospedale con sintomi da intossicazione, riporta Ansa, dai sanitari del Suem. Secondo quanto finora emerso, le indagini non escluderebbero la pista di un omicidio-suicidio, ma il quadro degli elementi, potenzialmente utili a chiarire i contorni dell’accaduto, sarebbe ancora fluido.

Si cerca l’arma del delitto

Durante il primo sopralluogo, l’arma del delitto non sarebbe stata trovata e si attende l’evoluzione dell’attività investigativa per mettere a fuoco l’esatta dinamica.

Secondo quanto riportato da Rovigo Oggi, la vittima sarebbe un 55enne, sul cui corpo sarebbero state evidenziate numerose ferite da arma da taglio. Stando a una prima ricostruzione emersa sulla stampa locale, non sarebbe escluso lo spettro di una lite in famiglia a fare da anticamera ai fatti, forse consumatasi nella tarda mattinata di ieri, 26 gennaio.

L’allarme dei vicini sarebbe scattato intorno all’ora di cena, e le forze dell’ordine sarebbero intervenute intorno alle 20.30 scoprendo poi il dramma.

Sulle indagini, al momento, non sono trapelati ulteriori dettagli e vige il massimo riserbo.