Nuove misure contro il Coronavirus in Italia

Nel nuovo aggiornamento sull’andamento settimanale della pandemia da Coronavirus in Italia, emergono dati sostanzialmente positivi. La seconda ondata, come testimoniano i dati giornalieri, è ancora in corso, ma l’indice Rt è di nuovo in calo e così l’incidenza media dei casi. Per questo, sono molte le Regioni che cambieranno colore nel weekend.

Covid-19, indice Rt scende a 0,84

Un altro deciso passo indietro dell’indice Rt. È quanto emerge dal monitoraggio dell’ISS per il periodo 6-19 gennaio 2021, la cui bozza è stata divulgata da numerose agenzie nelle scorse ore. Da queste fonti, si apprende che l’indice Rt in Italia è sceso a 0,84: la scorsa settimana era a 0,97 quindi c’è stato un sensibile passo indietro rispetto all’emergenza.

La notizia positiva arriva anche dal fatto che il limite superiore del range è stato comunque sotto quota 1.

Numeri incoraggianti anche dall’incidenza dei casi, uno dei parametri fondamentali per determinare non solo il colore delle Regioni, ma in generale l’andamento dell’epidemia. Nelle ultime 2 settimane, si è passati da 339,24 casi ogni 100.000 abitanti, a 289,35 ogni 100.000. Viene sottolineato anche che “il periodo degli ultimi 14 giorni comprende più giorni dove sono stati inclusi anche casi diagnosticati con solo test rapido antigenico“, si legge nella bozza riportata.

La situazione di Regioni e ospedali

Da questi dati, dall’ISS emerge cauto ottimismo: “si continua a osservare un miglioramento del livello generale del rischio, con un aumento significativo di Regioni a rischio basso“. Proprio dalle Regioni sembra arrivare una boccata d’aria dalla lunga seconda ondata, ormai in corso circa settembre. L’ISS ha rilevato che c’è solo una Regione ad alto rischio, 10 a rischio moderato e altrettante a rischio basso.

Per quanto riguarda la situazione degli ospedali, sono calate di poco più di 100 unità le persone ricoverate in terapia intensiva: da 2.487 a 2.372; continua a diminuire anche il numero di ricoveri ordinari, che passa da 22.699 a 21.355 unità.

Le Regioni che cambiano colore

Il monitoraggio è fondamentale per avere un’anticipazione di quali siano le Regioni che possono cambiare colore, a partire dal prossimo weekend. Pochi minuti fa è arrivata la conferma del Ministro Roberto Speranza, su quali Regioni cambieranno colore: viene riferito che Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Bolzano saranno in zona arancione, mentre tutte le altre dovrebbero passare in zona gialla.

Tra queste, quindi, anche Lombardia, Piemonte e Liguria. L’Italia quindi non avrà nessuna zona rossa: 5 in arancione e tutte le altre in zona gialla.

Approfondisci

TUTTO sull’emergenza Coronavirus

TUTTO sulla pandemia