carabinieri volante

La notizia arriva da un piccolo paesino in provincia di Catania, Zafferana Etnea, e ha per protagonista un bimbo di soli 10 anni che grazie al suo intervento è riuscito a salvare la madre che nel mentre si trovava vittima della violenza del padre in stato d’ebbrezza.

Picchia la madre davanti al figlio di 10 anni

Sono pochissime le notizie che arrivano da Catania che riportano l’epilogo di un nuovo caso di violenza domestica perpetrata ai danni di una donna. Dal poco che riesce a filtrare, tutto sarebbe venuto alla luce dopo una segnalazione fatta partire da un piccolo bimbo di 10 anni. Di fronte alla scena del padre intento a picchiare la madre, il piccolo non ha esitato ad allertare le Forze dell’Ordine telefonicamente chiedendogli di intervenire.

La chiamata del figlio di 10 anni

Giunti sul luogo, i carabinieri del comando provinciale sono intervenuti a sedare la violenza dell’uomo, un 38enne che in stato d’ebbrezza si era accanito con violenza sulla moglie e che, nel mentre, aveva provato a darsi alla fuga facendosi intercettare nei paraggi dell’abitazione. Giunti sul luogo in contemporanea anche gli uomini del 118 che hanno prestato immediato soccorso alla donna, medicandole le ferite e il volto tumefatto dalle botte.

I Carabinieri hanno proceduto con il fermo e l’arresto del 38enne ora accusato di maltrattamenti in famiglia: al momento l’uomo si troverebbe ai domiciliari ma in un’abitazione diversa da quella che condivideva con moglie e figlio.

Maltrattamenti mai denunciati

Secondo quanto emerso da successive indagini sulla famiglia e sul 38enne, il piccolo bimbo di 10 anni in più occasioni avrebbe assistito a scene di violenza simile tra le mura domestiche. Maltrattamenti che dunque sembra si protraessero da tempo ma che la donna, secondo emerso, non avrebbe mai avuto il coraggio di denunciare.

ATTENZIONE – SE SEI VITTIMA DI VIOLENZA: Numero Nazionale Antiviolenza Donna 1522, attivo tutti i giorni, tutto il giorno, accessibile da tutta Italia in modo gratuito, da rete fissa e mobile (disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo).

Approfondisci

Omicidio Roberta Siragusa: l’ombra di un complice dietro l’orrore

Torino, strage in famiglia: uccide moglie e figlio di 5 anni, poi tenta il suicidio

Omicidio Giulia Ballestri, il marito Matteo Cagnoni condannato in Cassazione