Mika insieme a mamma Joannie

Joannie Penniman non ce l’ha fatta, la mamma di Mika ha perso la sua durissima battaglia contro il cancro che l’aveva colpita. A dare l’annuncio è stato lo stesso cantante, mamma e figlio sono riusciti a condividere un ultimo momento insieme a Parigi.

La malattia della mamma di Mika era nota, era stato lo stesso cantante a parlarne in diverse interviste, tra le quali due a Domenica In.

Morta la mamma di Mika

“Se n’è andata dopo avermi visto suonare un’ultima volta” ha raccontato Mika nella sua lunga intervista per il quotidiano francese Le Parisien. Joannie Penniman lottava da tempo da una rara e grave forma di tumore celebrale, è morta lo scorso 4 dicembre, dopo aver assistito per l’ultima volta ad un concerto del figlio.

Mika ha mantenuto il massimo riserbo sul grave lutto che l’ha colpito fino ad ora, ne ha parlato proprio durante l’intervista ricordando gli ultimi momenti insieme.

L’ultimo concerto di Mika con la mamma

L’evento al quale si riferisce Mika è un concerto organizzato da lui prima di Natale. Si tratta di un concerto registrato presso l’ Opera Royal di Versailles andato in onda sul canale France 5 lo scorso 16 dicembre. Mamma Joannie, seppur allo stremo e costretta su una sedia a rotelle, ha voluto a tutti i costi partecipare per vedere il figlio esibirsi un’ultima volta; infatti la donna è morta pochi giorni dopo.

In un certo senso stavo facendo quel concerto per lei” ha raccontato Mika a Le Parisien, “Era orgogliosa di quello che sono diventato. (…) Se ne è andata poco dopo”.

La malattia della mamma di Mika

Joannie Penniman si era ammalata nel 2019 di una rara e aggressiva forma di tumore al cervello. Lo scorso 29 marzo il cantante aveva saltato l’ospitata a Domenica In, nonostante fosse atteso in streaming, perché è corso a casa per starle vicino dopo un’operazione difficile.

Mika era legatissimo alla mamma, la prima a credere in lui e nel suo immenso talento, era stata lei infatti a spingerlo oltre i limiti per inseguire i suoi sogni: “Mi mette sotto con il canto: quattro ore di esercizio al giorno. Non voleva la popstar: per me voleva il successo, che per lei significa coltivare un talento creativo, trovare soddisfazione nell’espressione artistica. Mia mamma aveva riconosciuto il talento in me“ aveva raccontato.