portafoglio

Non capita tutti i giorni di ritrovare un portafoglio intatto, specialmente se l’oggetto in questione è vecchio di 53 anni. È quanto accaduto a Paul Grisham, 91enne veterano della Marina americana, che è recentemente ritornato in possesso del portafoglio perduto negli anni ‘60, durante una missione in Antartide. Protagonisti di questa vicenda fuori dal comune un piccolo gruppo di ricercatori ed ex militari, che sono riusciti a trovare il portafoglio e a rintracciare il suo proprietario, a così tanti anni di distanza.

La missione in Antartide

Nell’ottobre del 1967 Paul Grisham, meteorologo della Marina statunitense, venne inviato in Antartide come parte dell’operazione “Deep Freeze, in cui i militari fornivano supporto logistico agli scienziati presenti sul continente ghiacciato.

Secondo quanto riporta il quotidiano americano San Diego Union-Tribune, Grisham ripartì verso casa dopo 13 mesi passati nella stazione di ricerca di McMurdo, per la quale si occupava di redigere le previsioni meteo giornaliere. Il suo portafoglio, però, non fece mai più ritorno, perduto per sempre in qualche anfratto durante quelle lunghe settimane.

Il ritrovamento del portafoglio

Il colpo di scena è arrivato nel 2014, grazie ad alcuni lavori di manutenzione effettuati nella base.

Nel demolire uno degli edifici, il team aveva ritrovato il vecchio portafoglio nascosto dietro ad un armadietto. Per la vera svolta si è dovuto attendere ancora: ad interessarsi del curioso oggetto sono stati infine Stephen Decato, ex dipendente di una compagnia che operava in Antartide, e Bruce McKee, veterano dell’Air Force. Insieme sono riusciti a rintracciare il proprietario, il 91enne Paul Grisham, oggi residente a San Diego, California.

Leggi anche: perde un anello negli Stati Uniti e lo ritrova in una foresta in Finlandia

Effetti personali di 53 anni prima

Il pacco, contenente il portafoglio, è arrivato a casa di Grisham negli scorsi giorni.

Nell’aprirlo, l’uomo non è riuscito a trattenere l’emozione: “Sono rimasto semplicemente sbalordito – ha raccontato al San Diego Union-TribuneAlle spalle c’è il lavoro di una lunga serie di persone coinvolte, che mi hanno rintracciato e sono infine riuscite a trovarmi”. All’interno del portafoglio, come in una capsula del tempo, gli effetti personali di 53 anni prima: il tesserino della Marina, la patente, una scheda per le razioni di birra, ricevute per il denaro inviato alla moglie e un vademecum con le istruzioni su cosa fare in caso di attacco nucleare.

Niente banconote però, perché in una base antartica non sarebbero mai servite.

Approfondisci

Vicenza, disoccupato ritrova il portafoglio di un dirigente e viene assunto

In Antartide la neve diventa rossa come il sangue: la foto sbalorditiva dei ricercatori