Luca Zingaretti nei panni del Commissario Montalbano

L’8 marzo 2021 andrà in onda “Il metodo Catalanotti” l’ultimo episodio de Il Commissario Montalbano. A quasi 22 anni dalla nascita della serie targata Rai la regia ha deciso a malincuore di chiudere per sempre il sipario sulle vicende del commissario più famoso in Italia. A confermare la fine è Peppino Mazzotta (interprete dell’ispettore Fazio) in un’intervista al settimanale Gente.

Il metodo Catalanotti” l’ultimo episodio della serie Rai

Un duro colpo per tutti gli amanti della serie tv che dovranno dire per sempre addio al commissario Salvo Montalbano (interpretato da Luca Zingaretti) che con il suo spiccato intuito riesce a risolvere ogni caso criminale nell’immaginaria cittadina siciliana di Vigata.

La puntata finale intitolata “Il metodo Catalanotti” sarà trasmessa in prima visione sulla Rai l’8 marzo ed è il terzo episodio della 14° e ultima stagione del telefilm, girata nel 2019 nel ragusano. Le altre due puntate erano state mandate in onda esattamente un anno fa, il 9 marzo 2020.

Addio al Commissario Montalbano: la conferma dall’ispettore Fazio

A confermare la fine dell’amata serie è Peppino Mazzotta (alias ispettore Fazio) in un’intervista al settimanale Gente. “Il Montalbano televisivo si è concluso.

Non credo si faranno altre puntate. Le notizie finora dicono così. Sono venute a mancare tutte le figure chiave…” queste le amare parole che non lasciano spazio ad altre interpretazioni. L’attore aggiunge che, per lui, sarebbe stato un dovere morale concludere la serie con l’ultimo romanzo di Montalbano “il Riccardino” per terminare degnamente le vicende del commissario più famoso d’Italia. “Ma bisogna rispettare la decisione presa” annuncia tristemente.

Le teorie sulla fine già dopo la morte dell’autore Andrea Camillieri

Le ipotesi che fossimo giunti al termine giravano già da tempo.

Era stato infatti lo stesso Luca Zingaretti ad avvisare gli spettatori sul futuro incerto della serie dopo la morte nel 2019 di Andrea Camilleri, il geniale autore dei libri da cui è tratta la saga televisiva. Qualche settimana dopo, la scomparsa di un altro pilastro fondamentale: il regista Alberto Sironi. A peggiorare le sorti del cast si è aggiunta infine la dolorosa perdita dello scenografo Luciano Ricceri. L’ultima stagione è l’unica ad essere stata girata senza le due grandi menti della narrazione. Infatti, Luca Zingaretti ha dovuto prendere il posto di Sironi, conducendo i tre episodi sia da attore che da regista.

“È stata un’esperienza tanto emozionante quanto dolorosa, perché non c’è stato giorno in cui non mi chiedessi che cosa avrebbero detto e fatto Sironi e Camilleri su ogni singola scena” ha ammesso una volta finite le riprese.