Pier Ferdinando Casini positivo al covid

Pier Ferdinando Casini ha lasciato l’ospedale ed è tornato a casa. Ad annunciarlo è stato lui stesso con un post pubblicato sul suo profilo Instagram. Casini era risultato positivo al Covid-19 lo scorso week-end, all’apertura dei lavori in Senato, per la fiducia al governo Draghi, la Presidente Casellati aveva chiesto un momento per salutare il senatore. Casini aveva ringraziato con affetto, augurando buon lavoro ai colleghi, postando il video sul suo profilo Instagram.

Casini è tornato a casa

Con una foto e poche righe di accompagnamento, Pier Ferdinando Casini ha annunciato di essere tornato a casa ma di essere ancora positivo al Coronavirus.

A casa finalmente! Ancora POSITIVO purtroppo ma sereno e tranquillo. L’isolamento domiciliare è comunque meglio!” ha scritto, per poi dedicare un pensiero agli operatori sanitari: “Desidero ringraziare chi si è preso cura di me , i fantastici operatori sanitari, ed anche i tanti che si sono preoccupati e mi hanno mandato messaggi di affetto! L’amore aiuta sempre!

Il post di Casini su Instagram

La malattia di Casini

Casini si è ammalato circa una decina di giorni fa, lo aveva annunciato in diretta tv al programma L’aria che tira su La 7. Non sembrava che i sintomi fossero così forti tant’è che si era curato a casa, aveva manifestato i classici sintomi Covid e una leggera febbriciattola.

Successivamente, nel descrivere l’avanzamento della malattia in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Casini aveva spiegato che il sintomo più pericoloso era la tosse. Poi le sue condizioni sono peggiorate e il senaotre è stato trasferito presso l’ospedale Spallanzani, dal quale aveva condiviso la prima foto.

Scherzando, aveva detto: “Tranquilli, i dinosauri non si estinguono“. Anche in quell’occasione il senatore aveva ringraziato i medici e tutto il personale sanitario.

Il saluto della Presidente Casellati

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pier Ferdinando Casini (@pierferdinandocasini)

Approfondisci:

TUTTO SUL CORONAVIRUS