francesco paolo figliuolo commissario emergenza covid

Un repentino e improvviso passaggio di testimone ha portato Domenico Arcuri ad abbandonare il ruolo di commissario all’emergenza Covid, a favore del comandante dell’esercito Francesco Paolo Figliuolo. La decisione, presa dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, porta un militare a capo della gestione dell’emergenza. Figliuolo ha già rilasciato dichiarazioni in merito alla sua nomina, che ha definito “una grande attestazione”.

Francesco Paolo Figliuolo ha iniziato la sua carriera nell’esercito come generale di artiglieria ad Aosta: la carica lo ha poi portato in Kosovo pochi anni dopo. Fino al 2015 è stato comandante della Nato in Kosovo, per poi passare a comandare il contingente italiano in Afghanistan.

Dal 2018 è comandante logistico dell’esercito.

Il Commissario Figliuolo all’inizio della pandemia

In veste di comandante logistico per l’esercito, Figliuolo si è occupato dei primi, drammatici momenti dell’emergenza Covid. È stato lui, infatti, ad essere a capo della gestione delle operazioni che hanno permesso il rientro dei cittadini italiani che in un primo momento della pandemia erano rimasti bloccati a Wuhan. Quando l’epidemia si è diffusa in Italia, invece, è stato Figliuolo a gestire le operazioni di distribuzione dei dispositivi di protezione (mascherine, gel e annessi) che in un primo tempo sembravano essere irreperibili.

È lui, oltretutto, la mente dietro l’operazione IGEA, che ha portato alla realizzazione di 200 drive trough e alla possibilità di fare 400 tamponi al giorno.

Come riporta Il Fatto Quotidiano, Figliuolo ha parlato alla Commissione Difesa del Senato ed ha raccontato il lavoro svolto nelle prime fasi dell’emergenza: “Si è garantita l’autonomia della Forza armata e nel tempo si sono strutturati programmi acquisitivi e di distribuzione che hanno sempre garantito la piena operatività e gli adeguati livelli di scorte, non solo degli assetti medico-sanitari, ma anche del personale impiegato fuori area e in Patria”.

Della vita privata di Francesco Paolo Figliuolo non si sa molto: è sposato ed ha due figli. Il comandante ha molti interessi, al di là della vita militare: è uno sciatore e nuotatore ed è un grande appassionato di lettura.

Approfondisci:

Domenico Arcuri non è più Commissario all’emergenza Covid: la decisione di Draghi