TV e Spettacolo

Laura Pausini Golden Globe, miglior canzone originale: ” Non ci posso credere”

Laura Pausini confeziona uno straordinario successo con un Golden Globe
laura pausini primo piano

Golden Globe a Laura Pausini con la sua Io sì, premio per la miglior canzone originale del 2020 alla 78esima edizione dei prestigiosi riconoscimenti assegnati dalla Hollywood Foreign Press. L’artista confeziona un’altra straordinaria pagina della sua carriera, e la sua reazione corre sui social.

Laura Pausini vince il Golden Globe

Si intitola Io sì (Seen), dal film La vita davanti a sé, di Edoardo Ponti, la canzone che ha portato Laura Pausini a conquistare il Golden Globe come miglior brano del 2020.

Un trionfo accolto dall’artista con una esplosione di gioia su Instagram, cristallizzata in un lungo post in cui emerge una nota di incredulità per lo straordinario successo raggiunto. Laura Pausini ha ringraziato quanti lo hanno reso possibile, anzitutto Diane Warren e Niccolò Agliardi, che hanno collaborato con lei.

Non ho mai sognato di vincere un Golden Globe, non ci posso credere.
Grazie mille alla Hollywood Foreign Press Association. Voglio ringraziare @dianewarren dal profondo del mio cuore. È un onore incredibile poter ricevere un tale riconoscimento per la nostra canzone, e il fatto che sia la nostra prima collaborazione lo rende ancora più speciale…

Post di Laura Pausini su Instagram
Post di Laura Pausini su Instagram

Non manca uno speciale ringraziamento a Sophia Loren, protagonista della pellicola diretta da Edoardo Ponti : “E tutta la mia gratitudine e il rispetto per la meravigliosa Sophia Loren, è stato un onore dare voce al tuo personaggio, per trasmettere un messaggio così importante, di accettazione e unità.

Dedico questo premio a tutti coloro che vogliono e meritano di essere “visti”. A quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e non si sarebbe mai aspettata di arrivare così lontano.

All’Italia, alla mia famiglia, a tutti coloro che hanno scelto me e la mia musica e mi hanno reso quello che sono oggi. E alla mia bellissima figlia, che di oggi vorrei ricordasse la gioia nei miei occhi, sperando che cresca e continui sempre a credere nei suoi sogni“.

Golden Globe 2021: gli altri premi

L’edizione numero 78 dei Golden Globe, condotta da Tina Fey e Amy Poehler, ha visto il trionfo di Chloe Zhao con Nomadland, seconda regista donna a vincere. l’ambito premio dal 1984 (prima di lei Barbra Streisand, con Yentl). Oltre alla miglior regia, il lavoro di Zhao ha incassato il riconoscimento anche come miglior film drammatico.

Tra gli altri premiati, Borat, di Sasha Baron Cohen, a cui è andato il globo d’oro nella sezione film comici, Jodie Foster, premio di migliore attrice non protagonista per The Mauritanian, e il riconoscimento postumo come miglior attore protagonista a Chadwick Boseman, morto nel 2020.

Potrebbe interessarti