Cronaca

Coronavirus, Guido Bertolaso: “Tutta l’Italia si sta avvicinando a passo lungo verso la zona rossa”

Guido Bertolaso avverte sul rischio di un ritorno in zona rossa non solo per la Lombardia ma per tutta l'Italia con la risalita di contagi di coronavirus, che oggi tornano sopra quota 20mila
guido bertolaso e attilio fontana regione lombardia

Il coronavirus torna a correre in Italia, con la Lombardia prima per numero di contagi. Guido Bertolaso, consulente della Regione guidata da Attilio Fontana, ha avvertito che il peggioramento della situazione non riguarda solo la Lombardia ma tutta l’Italia, che andrebbe verso la zona rossa.

I contagi di coronavirus oggi sono tornati sopra i 20mila, e l’amministrazione lombarda non è l’unica che prevede un cambio di colore. Anche Luca Zaia, governatore del Veneto, ha dichiarato che l’aumento dei casi di coronavirus potrebbe portare la sua Regione a perdere a breve la zona gialla.

Guido Bertolaso: “L’Italia verso la zona rossa”

Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale della Lombardia, nella conferenza stampa di oggi ha dipinto un fosco quadro sull’incedere del coronavirus.

Non solo la Lombardia, “A me sembra che sia tutta Italia, tranne la Sardegna, che si sta, a passi lunghi, avvicinando alla zona rossa“.

Il monitoraggio della Lombardia

Queste le parole di Bertolaso che assicura: “Viviamo monitorando costantemente la situazione, cercando di capire se si presentano delle situazioni di particolare pericolosità, intervenendo su quelle che eventualmente possono essere situazioni di pericolo“.

Sul ritorno in zona rossa, il consulente non si sbilancia: “Per il momento la situazione è quella in cui ci troviamo, quindi una zona arancione con alcune evidenze di particolare difficoltà che sono zone trasformate in arancione rafforzato“.

Veneto, Zaia: “Potrebbero essere ultimi giorni di zona gialla”

Anche il governatore Zaia annuncia un aumento dei contagi di coronavirus in Veneto: “Abbiamo parametri che indicano il rischio di un passaggio alla zona arancione da venerdì“.

È innegabile che ci sia da qualche giorno un aumento“, annuncia il governatore, “È ormai chiaro a tutti che siamo circondati, vedete le notizie di tutte le Regioni confinanti e dell’Italia che vanno nella direzione di grande preoccupazione. Siamo ancora in trincea“.

Il coronavirus in Italia

I dati di monitoraggio del coronavirus vedono un peggioramento diffuso in quasi tutta Italia. I casi di oggi sono 20.884, con in risalita anche il tasso di positività, che si attesta a 5,9% (8,2% in Lombardia). Di conseguenza torna a crescere anche la pressione sugli ospedali, con l’aumento delle Terapie Intensive (+84 oggi) e dei ricoveri ordinari.

Si registra un record di contagi di coronavirus nella provincia di Brescia, che vede oggi 1.325 positivi e rappresenta da sola il 30% dei contagiati della Lombardia, sicuramente la Regione più colpita. All’opposto c’è la Sardegna, unica zona bianca con 101 nuovi casi di coronavirus, e un tasso di positività del 2,1%.

Il bollettino di oggi del Ministero della Salute
Il bollettino di oggi del Ministero della Salute

Approfondisci:

Passaporto vaccinale, la proposta europea per rilanciare il turismo: come funzionerà

Nuovo Dpcm: le regole che saranno in vigore dal 6 marzo in tutta Italia, tra scuola e spostamenti

Potrebbe interessarti