Daniele Silvestri instagram

Da Sanremo a Sanremo. Era il 1995 quando Daniele Silvestri partecipò per la prima volta al Festival, nella sezione Nuove proposte. Questa sera il grande ritorno sul palco dell’Ariston, nel duetto con il collega nonché grande amico Max Gazzè. Ma la carriera di Silvestri si è arricchita nel corso degli anni di successi incredibili e traguardi insperati.

Daniele Silvestri: una vita di premi e riconoscimenti

Daniele Silvestri nasce a Roma il 18 agosto 1968 e, da adolescente, compie studi classici prima di esordire nel mondo della musica. Nel 1994 debutta con il suo primo disco dal titolo Daniele Silvestri e l’anno successivo partecipa a Sanremo nelle Nuove Proposte con il brano L’uomo col megafono, ricevendo il premio “Volare”.

Si tratta del primo di una lunga serie di prestigiosi riconoscimenti conferitigli nel corso della sua lunga carriera.

Il singolo Le cose in comune vince la Targa Tenco. Nel 1999 torna al Festival con il brano Aria, ricevendo il premio della critica “Mia Martini”, mentre nel 2003 vince il Premio Amnesty Italia con il brano Il mio nemico.

Da Max Gazzè a Max Gazzè: la collaborazione nel 2014 e il duetto a Sanremo 2021

Tanti i successi discografici che hanno costellato la carriera di Daniele Silvestri: da Salirò del 2002 a La paranza del 2007.

Sino alla collaborazione, nel 2014, con due stimati colleghi e suoi grandi amici: Niccolò Fabi e Max Gazzè. I tre artisti hanno unito le loro voci nell’album Il padrone della festa, contenente i singoli Life is sweet e L’amore non esiste.

Silvestri torna poi a Sanremo nel 2019 con Argentovivo, brano realizzato e interpretato assieme al giovane rapper Rancore. Ma per lui le esperienze all’Ariston non finiscono qui. Questa sera, nella serata delle cover della 71° edizione del Festival di Sanremo 2021, l’artista duetta proprio assieme all’amico Max Gazzè, in gara quest’anno, e al The Magical Mistery Band.

Il brano interpretato è Del mondo dei CSI.