alberto tomba chi e

(immagine in alto, credits: Alberto Tomba-staff)

Alberto Tomba è uno degli sportivi italiani più famosi e celebrati al mondo: il suo nome è sinonimo di sci, è il campione con cui tutti gli azzurri devono confrontarsi e le sue imprese resteranno indelebili nella memoria degli appassionati e non solo. La sua storia è legata a doppio filo a quella di Sanremo: la sua impresa nel 1988 riuscì infatti ad oscurare in parte successo di Massimo Ranieri.

Chi è Alberto Tomba: il Gigante dello Slalom italiano

Alberto Tomba è nato il 19 dicembre 1966, nel paesino di Castel de’ Britti, frazione di San Lazzaro di Savena, sugli appennini bolognesi.

Proprio sui monti del centro Italia ha iniziato le prime discese. Tratto comune a molti sportivi, anche Alberto Tomba ha fatto parte del Centro Sportivo dell’Arma dei Carabinieri. La sua carriera agonistica è iniziata a 17, quando gareggiò in Svezia nella Coppa Europa con la squadra C2: era il 1983.

Nel giro di un anno, riuscì a risalire nelle gerarchie e sfondare prima nella squadra C1, quindi nella B. Nel 1984, l’Italia intera inizia davvero ad accorgersi di lui: in una gara dimostrativa nota come “Parallelo di Natale” sulla Collina di San Siro, vinse battendo i ben più quotati sciatori della Squadra A.

È l’inizio di una carriera brillante, che ha consacrato Alberto Tomba come il più grande sciatore nelle specialità slalom gigante e slalom speciale.

I successi di Alberto Tomba: le 2 medaglie d’oro di Calgary 1988

L’anno in cui Alberto Tomba incise a forza il suo nome nella neve e negli annali della storia sportiva italiana, è il 1988: Olimpiadi Invernali di Calgary, in Canada. Tomba era arrivato all’evento il secondo posto in Coppa del Mondo nel 1986 e il bronzo ai Mondiali 1987, conquistato anche grazie all’uscita di pista dello svizzero Joël Gaspoz. Prima dei Giochi invernali in Cada, a novembre 1987 vinse il primo slalom speciale di Sestriere e due giorni dopo replicò nel Gigante.

Quindi, vinse ancora due specialità nella Coppa del Mondo, le sue: slalom gigante e speciale. Il preludio di quello che sarebbe successo a marzo del 1988.

Alberto Tomba vinse la prima medaglia d’oro nello slalom gigante il 25 febbraio 1988, a Calgary. Pochi giorni dopo, riuscì in un’altra grande impresa: fermare il festival di Sanremo. Quella sera infatti il Festival condotto da Milly Carlucci e Miguel Bosè si fermò per trasmettere la sua discesa nello slalom speciale, che vinse dopo una rimonta incredibile nella seconda manche, con soli 6 centesimi di vantaggio sul secondo.

Il 22enne Alberto Tomba divenne così Tomba la Bomba.

Altri successi di Alberto Tomba

Il palmares di Alberto Tomba si è poi ulteriormente arricchito nel corso degli anni: l’argento nello slalom speciale e l’oro nel gigante ai giochi di Albertville nel 1992, e l’argento nello speciale a Lillehammer del 1994 sono gli altri successi iridati alle Olimpiadi. A questi vanno aggiunti: i 2 ori ai Mondiali di Sierra Nevada 1996; il bronzo a Sestriere 1997; la coppa del Mondo del 1995, la Coppa del Mondo del gigante nel ’91, ’92 e ’95 e ancora quella nello slalom speciale nel ’92, ’94, e ’95.

Numerosi anche i riconoscimenti italiani: 8 le medaglie d’oro nei campionati italiani, cui vanno aggiunti premi alla carriera come il riconoscimento come Atleta del centenario Coni nel 2014, la targa nella Walk of Fame dello sport italiano ricevuta nel 2015 e la Croce d’Oro al Merito dell’Esercito. Alberto Tomba, oggi 54enne, è sceso dagli sci nel 1998, terminando la sua carriera professionistica.

Alberto Tomba oggi: cosa fa il gigante azzurro

Ben poco si sa sulla vita privata di Alberto Tomba, che dopo la sua chiacchierata relazione con Martina Colombari (poi dal 2004 moglie del milanista Billy Costacurta) ha mantenuto il riserbo sulle sue relazioni.

Dopo la fine della sua carriera, si è dedicato a molte attività nel settore dello sci giovanile e alla promozione dello sport, con qualche incursione anche nel cinema sul finire del secolo (con poco successo).

Il suo impegno per lo sport che lo ha reso celebre nel mondo, lo ha portato ad essere testimonial dei Giochi olimpici invernali 2006 di Torino, di cui fu anche tedoforo. Sabato 6 marzo 2021, a 34 anni di distanza da quella finale di Sanremo che interruppe con la sua discesa, Alberto Tomba è tra gli ospiti del Festival di Sanremo, che si prepara quindi ad accogliere Tomba la Bomba, uno degli sportivi più amati di sempre.