Cronaca

Mattarella si vaccina contro il Covid-19: il presidente della Repubblica allo Spallanzani

Sergio Mattarella si vaccina oggi contro il Covid-19. il presidente della Repubblica si recherà all'ospedale Spallanzani di Roma
Sergio Mattarella

La campagna vaccinale deve procedere sempre più spedita per far uscire l’Italia dalla morsa del Covid-19 e in queste ore il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si vaccinerà all’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma.

Sergio Mattarella si vaccina

È arrivato anche il momento del Presidente della Repubblica. Il Capo dello Stato compirà 80 anni il prossimo luglio e rientra quindi nelle categoria con la precedenza nella vaccinazione previste dalla regione Lazio.

Mattarella si recherà oggi all’ospedale Spallanzani di Roma, intorno alle ore 12, per ricevere la sua dose di vaccino.

Sergio Mattarella e il vaccino

Durante il suo discorso di fine anno, Mattarella aveva detto: “Vaccinarsi è una scelta di responsabilità, un dovere. Tanto più per chi opera a contatto con i malati e le persone più fragili“. E ancora: “Di fronte a una malattia così fortemente contagiosa, che provoca tante morti, è necessario tutelare la propria salute ed è doveroso proteggere quella degli altri, familiari, amici, colleghi. Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza“, aveva detto.

Il piano vaccinazioni

Ieri Mario Draghi, in un videomessaggio, aveva chiarito proprio in merito al vaccino: “Nel piano di vaccinazioni, che nei prossimi giorni sarà decisamente potenziato, si privilegeranno le persone più fragili e le categorie a rischio. Aspettare il proprio turno è un modo anche per tutelare la salute dei nostri concittadini più deboli“. E ancora: “Il nostro compito – e mi riferisco a tutti i livelli istituzionali – è quello di salvaguardare con ogni mezzo la vita degli italiani e permettere al più presto un ritorno alla normalità.

Ogni vita conta. Non perdere un attimo, non lasciare nulla di intentato, compiere scelte meditate, ma rapide“. Intanto i dati di ieri sul covid-19 parlano chiaro: nel Paese ci sono 13.902 nuovi casi a fronte di 184.684 tamponi effettuati; a questi numeri si aggiunge anche quello pesante dei decessi con 318 morti. A fronte dei dati, intanto, il Governo pensa anche a nuove misure per impedire il diffondersi della pandemia.

Potrebbe interessarti