Cronaca

Ilenia Fabbri omicidio, vocale dell’ex marito al killer: le parole di Claudio Nanni nel messaggio audio

Morte di Ilenia Fabbri: spunta un messaggio vocale che il marito Claudio Nanni ha mandato al killer, che avrebbe confessato l'omicidio della donna su commissione del marito
omicidio ilenia fabbri, vocale del marito al killer

Nuovo tassello nella vicenda dell’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne di Faenza trovata sgozzata in casa sua. Per la sua morte sono state arrestate due persone: uno è Pierluigi Barbieri, il killer che avrebbe confessato di aver ucciso Ilenia su commissione del secondo arrestato, proprio il marito della donna. Tra gli elementi emersi, ora spunta anche un vocale che Claudio Nanni ha mandato all’uomo che avrebbe ucciso sua moglie, su suo mandato.

Ilenia Fabbri, diffuso un vocale dell’ex marito al killer

Ore convulse e decisive per risolvere il mistero della morte di Ilenia Fabbri, che forse tanto mistero non lo è più: dopo la confessione di Barbieri, infatti, resterebbero da chiarire alcuni punti ma per gli inquirenti il quadro sarebbe chiaro.

Claudio Nanni, ex marito di Ilenia Fabbri, avrebbe pagato l’uomo per spaventare (dice lui) o uccidere (la versione del killer) la donna, con la quale Nanni era in causa per 100mila euro.

I rapporti tra i due sono stati già acclarati da un video di pochi secondi in cui si vedono camminare insieme. Ora, a Pomeriggio Cinque è stato diffuso anche un messaggio vocale che Nanni avrebbe mandato proprio a Barbieri.

Il messaggio fatto ascoltare verte sull’isolamento e i tamponi di Claudio Nanni, ma è la frase finale che risulta decisamente inquietante.

Claudio Nanni al killer: le parole nel messaggio vocale

Riprodotto in studio da Barbara d’Urso, nel vocale concernente l’omicidio di Ilenia Fabbri si sente Claudio Nanni parlare al killer in un audio di dicembre 2020, periodo durante il quale sono stati in isolamento per Coronavirus. “Siamo imprigionati tutti, ci han beccato tutti” dice, sottolineando come la figlia invece non l’abbia fatto.

Quindi, parla del fatto che “Il 14 dovrebbero farmi l’ultimo tampone, il giorno dopo so se sono negativo“.

Ed è a questo punto che Claudio Nanni, rivolto a “Pier“, rivolge la frase che viene letta sotto una luce decisamente diversa, a seguito delle accuse che gli sono rivolte. “Una volta che esco si fanno tutte le cose che si devono fare” dice Nanni. L’ipotesi, è che l’uomo si riferisca già qui al piano per spaventare (o uccidere) l’ex moglie Ilenia Fabbri.

Le versioni di Nanni e Barbieri sull’omicidio di Ilenia

L’indagine è arrivata a questo punto dopo aver incrociato diversi elementi: la mattina del 6 febbraio, Barbieri è entrato in casa di Ilenia Fabbri e l’ha uccisa, ignaro che in casa ci fosse la fidanzata della figlia.

Questa, invece, era in macchina con il padre, uscita pochi minuti prima di casa. Secondo la ricostruzione, tutto questo è stato premeditato: Nanni avrebbe pagato 20 mila euro e una macchina a Barbieri perchè uccidesse la moglie con la quale aveva problemi economici. Secondo il marito, però, la confessione di Barbieri non sarebbe giusta e avrebbe dichiarato che l’intento era solo spaventarla.

Qualcosa, però, sarebbe andato storto e quella che forse doveva essere un’irruzione per mettere paura alla donna, si è trasformato in un brutale omicidio.

Oppure, tutto è andato proprio come i due avevano concordato: l’irruzione, l’omicidio e il tentativo di farlo passare come una rapina.

Guarda il video

Potrebbe interessarti