Fabrizio Corona

A Non è l’Arena si discute del caso di Fabrizio Corona, che dovrà tornare in carcere per la revoca dei domiciliari, a seguito di infrazioni alle prescrizioni. Al momento Fabrizio Corona è piantonato all’ospedale Niguarda di Milano, dove è in osservazione nel reparto psichiatrico. Presenti nello studio di Massimo Giletti la madre Gabriella Previtera e l’avvocato Ivano Chiesa, che hanno lanciato vari appelli a favore di Fabrizio Corona.

Fabrizio Corona, le parole dell’avvocato

L’ex re dei paparazzi deve ancora scontare 2 anni e mezzo di pena, che dovrà fare in carcere dopo la revoca dei domiciliari.

L’avvocato Ivano Chiesa è durissimo: “Fabrizio sta male, è in osservazione psichiatrica. Gli hanno dato 14 punti di sutura, è in sciopero della fame“.

Il legale di Fabrizio Corona chiarisce: “Questo non era un affidamento in prova, ma Fabrizio è in detenzione domiciliare per motivi di salute psichiatrica. A distanza di un anno e 3 mesi, secondo il Tribunale, sta benone. Bisogna che capiscano tutti che quando uno è a casa per motivi di salute per poter tornare in carcere ci vogliono due condizioni: o che guarisca, o che violi in maniera così grave le norme. A Fabrizio contestano di aver lavorato!

“.

I problemi di salute mentale di Fabrizio Corona

Per l’avvocato Chiesa, il problema per cui Fabrizio Corona è stato mandato in affidamento, e seguito da varie reti, invece che rimanere in prigione non è venuto meno. “Il Tribunale il 5 dicembre del 2019 lo ha mandato in detenzione domiciliare per per problemi di salute psichiatrica, diagnosticando un problema di personalità di tipo borderline con bipolarismo in soggetto con personalità narcisistica“.

Lo psichiatra Paolo Crepet interviene spiegando quali condizioni questo stato porrebbe, compresa la terapia. “Sono farmaci pesanti, sono una categoria diversa di farmaci rispetto a quelli che usiamo per un attacco d’ansia“, dichiara Crepet, “Se a questo siamo arrivati, io noto che nemmeno in domicilio è adatto.

Se parliamo di una persona gravemente malata di mente non è adatta la galera, ma nemmeno il domicilio“.

Gabriella Previtera: “Mio figlio è malato”

Gabriella Previtera racconta come sta vivendo questo momento, per lei drammatico. “Un’altra volta la tragedia vista, rivista. Io sono sempre stata molto equilibrati nel giudizio su mio figlio, ma la cosa più grave è che mio figlio viene messo in carcere in un momento di aggravamento della sua malattia“.

La madre di Fabrizio Corona descrive chiaramente lo stato del figlio: “La malattia mentale non è che si vede, colpisce anche l’anima. Mio figlio ha un disturbo narcisistico borderline con depressione maggiore. Loro non possono mettere in dubbio gli psichiatri“, dichiara rivolgendosi ai giudici.

Gabriella Previtera madre di Fabrizio Corona
Gabriella Previtera, madre di Fabrizio Corona

La donna racconta che ci sono diverse strutture che seguono Fabrizio Corona: “Il Cps, lo Smi, psichiatri che hanno fatto delle relazioni che hanno affermato la gravità della malattia di mio figlio, che stava facendo un percorso che stava finalmente vedendo la luce“.

Fabrizio Corona, la paura della madre

Gabriella Previtera spiega disperata cosa teme possa succedere. La famiglia ha avuto un periodo pesante, in cui è accaduto un episodio che avrebbe gravato sull’equilibrio mentale di Corona.

Anche lei, racconta, ha sofferto da giovane di depressione: “Nella mia famiglia c’è una storia di malattia e depressione, ma mio figlio se va in carcere muore. Prima o poi le persone che soffrono di questa malattia si fanno male. È fuori come un balcone, lo vede anche un cieco, è una persona instabile. Lui è un istrionico, un narcisista, un malato“.

Approfondisci:

Fabrizio Corona, l’avvocato spiega le sue condizioni: “Non sta bene, ha rischiato di ammazzarsi sul serio”

Fabrizio Corona in sciopero della fame: l’annuncio dal reparto psichiatria dopo i video col sangue

Fabrizio Corona delirante e sporco di sangue su Instagram dopo la decisione del Tribunale di Sorveglianza: interviene la Polizia