vaccinazioni

Il vaccino AstraZeneca è “sicuro ed efficace“, come ha assicurato l’Agenzia Europea del Farmaco, Ema. Il governo Draghi ha accolto con soddisfazione il verdetto, assicurando che le vaccinazioni riprenderanno da domani.

Il presidente Mario Draghi, oggi in visita a Bergamo per le commemorazioni durante la Giornata in memoria delle vittime del Covid-19, ha assicurato che il proseguimento della campagna vaccinale ha la massima attenzione.

AstraZeneca, da domani riprendono i vaccini

Palazzo Chigi, con una nota, annuncia la ripartenza della campagna vaccinale con AstraZeneca già da domani alle 15. “Il governo italiano accoglie con soddisfazione il pronunciamento dell’Ema“, si legge, “La somministrazione del vaccino AstraZeneca riprenderà già da domani.

La priorità del governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile“.

Tweet di Palazzo Chigi
Tweet di Palazzo Chigi

La ministra per gli Affari Regionali Maria Stella Gelmini ha twittato in proposito: “Il via libera dell’Ema ad AstraZeneca è un’ottima notizia. Bene trasparenza e chiarezza, essenziali su questi temi. Ora serve una campagna di comunicazione per rafforzare il piano vaccinale e riprendere le somministrazioni a pieno regime“.

I Paesi europei che hanno sbloccato le vaccinazioni

Non solo in Italia, le vaccinazioni con AstraZeneca riprenderanno domani anche in Germania, come assicurato dal ministro della Salute tedesco Jens Spahn. “L’analisi dell’Ema conferma la nostra stessa visione: è stato giusto fermare le vaccinazioni AstraZeneca per precauzione“, ha dichiarato Spahn.

Anche per la Francia si tornerà a vaccinare domani, mentre la Spagna attenderà mercoledì. Si allineano Portogallo, Paesi Bassi e Cipro. L’Irlanda comunicherà la sua decisione sul vaccino domani, mentre in Svezia AstraZeneca sarà sospeso fino alla prossima settimana per accertamenti.

Per quanto riguarda il Regno Unito, Boris Johnson ha dichiarato che il vaccino AstraZeneca, sviluppato dall’Università di Oxford, è assolutamente sicuro e che gli verrà somministrato domani.

Aggiornato il foglietto illustrativo

Sabien Straus, presidente del Comitato per la valutazione dei rischi per la farmacosorveglianza (Prac) dell’Ema ha dichiarato che benché il numero delle trombosi sia inferiore nella popolazione vaccinata rispetto a chi non lo è, non si può escludere una rara occorrenza di questi eventi.

A questo proposito il Prac raccomanda “di aggiungere un avvertimento ai foglietti illustrativi per i pazienti e la descrizioni di questi casi in modo tale che tali informazioni siano fornite agli operatori sanitari e al pubblico“.

Le conclusioni del Prac

La Commissione sulla farmacosorveglianza ha concluso in un comunicato che:

  • I benefici del vaccino AstraZeneca nel combattere la diffusione del coronavirus (che può portare alla morte) prevalgono sul rischio di effetti collaterali
  • Non c’è alcuna prova di un problema relativo a uno specifico lotto del vaccino di un particolare sito di fabbricazione
  • Il vaccino non è associato con un incremento di eventi tromboembolici
  • Il vaccino può essere associato con rari casi di coaguli di sangue associati con trombocitopenia (su 20 milioni di persone vaccinate in Gran Bretagna e Ue, l’Ema ha riscontrato 7 casi di coaguli del sangue e 18 casi di trombosi venosa sinusale)

Approfondisci:

Tutto sui vaccini contro il Covid-19

Vaccino in farmacia, la norma nel Dl Sostegni: sì alla somministrazione del vaccino da farmacisti con abilitazione

Astrazeneca le autopsie per ora confermano nessuna correlazione tra i decessi e il vaccino