TV e Spettacolo

Laura Pausini contro la decisione del Vaticano di non benedire le coppie gay

La cantante Laura Pausini si è espressa con forza sulla decisione, comunicata dalla Congregazione per la dottrina della fede, di non benedire le coppie gay
laura pausini benedizione gay vaticano

È di qualche giorno fa la diffusione della notizia secondo cui il Vaticano avrebbe dichiarato di non voler impartire la benedizione alle coppie gay, comprese quelle unite legalmente.

Tale affermazione ha scatenato la reazione di parecchi vip, a livello nazionale ed internazionale. Ad esempio è diventato virale il commento sui social di Elodie, che ha scritto “Per fortuna la gente continuerà ad amarsi, pur senza la “benedizione” del Vaticano”.

Ad intervenire sulla questione è stata anche Laura Pausini, intervistata da Il Corriere della Sera durante la conferenza stampa post nomination agli oscar.

Vaticano e coppie gay, le parole di Laura Pausini

Fresca di nomination all’Oscar, Laura Pausini ha tenuto un’intervista piuttosto lunga, parlando di varie tematiche, ed ha anche espresso la sua opinione sulla questione della “benedizione alle coppie gay”.

“Non credo sia il pensiero del Papa, ha commentato la cantante, aggiungendo di non essere comunque d’accordo con l’idea di benedire alcuni ed emarginare altri: “Le persone omosessuali hanno diritto di essere una famiglia, sono figli di Dio come tutti gli esseri umani che vogliono amarsi.

Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Dobbiamo creare una legge sulle unioni civili per coprire tutti legalmente”.

Puntando poi l’attenzione alle principali tematiche che sono state esplorate nella scelta delle nomination agli Oscar, ed ha parlato della diversità: “È una parola che non mi piace e che amo allo stesso tempo. Vivo circondata dalle diversità che mi fanno crescere, insegnare a mia figlia, riflettere sulle cose. Se non ci fosse la diversità la vita sarebbe una noia mortale, ma enfatizzare la parola in modo denigratorio mi infastidisce”.

Le parole della Congregazione per la dottrina della Fede

A parlare dell’impossibilità di concedere la benedizione alle coppie omosessuali è stata la Congregazione per la dottrina della Fede guidata dal cardinale Luis Francisco. In un documento diffuso di recente, è stata dichiarata “illecita ogni forma di benedizione che tenda a riconoscere le unioni omosessuali”. Nello specifico nel documento si legge: “Unioni fra persone dello stesso sesso (sono, ndr) fuori dell’unione indissolubile di un uomo e una donna aperta di per sé alla trasmissione della vita”.

Per questo motivo, si conclude, “Non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppur remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia”.

Il Papa e le coppie gay

Queste parole sarebbero però in netto contrasto con la visione del Papa sull’argomento, in quanto egli avrebbe detto, in occasione di un documentario sulla sua persona diretto da Evgeny Afineevsky: “Le persone omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili.

In questo modo sono coperti legalmente. Mi sono battuto per questo”.

Potrebbe interessarti