Mario Draghi

I cittadini sanno ormai che questa in arrivo sarà la seconda Pasqua in lockdown dopo quella dello scorso anno. Intanto domani, come ogni venerdì, arriverà il rapporto settimanale dell’Iss che deciderà i colori delle regioni nei 5 giorni che precedono il weekend rosso in tutto il Paese. I dati parziali però ci danno già un’idea di quali saranno le regioni in zona rossa a partire da lunedì.

Le regioni da zona rossa

La curva dei contagi nelle varie regioni sembra destinata a far rimanere molte in zona rossa e ad aggiungerne di nuove. Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Puglia e Campania dovrebbero confermare la loro zona rossa.

Ad aggiungersi a partire da lunedì 29 marzo ci sarebbe anche la Valle d’Aosta. Sotto la lente di ingrandimento e a rischio zona rossa c’è anche la Toscana per cui i dati dell’Iss saranno decisivi.

Unica regine che potrebbe veder cambiare il proprio colore da rosso ad arancione è il Lazio.

Zona rossa a Pasqua e Pasquetta

I colori delle regioni saranno validi per soli 5 giorni, poi tutte le regioni passeranno alla zona rossa il 3,4 e 5 aprile, con tutte le regole tipiche della zona rossa che tutti conosciamo.

Come per Natale, però, ci si potrà spostare una sola volta al giorno, all’interno della propria Regione, in un massimo di due persone che potranno portare con sé i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro per fare visita a parenti o amici.

L’Italia dopo Pasqua

Sono diverse le possibilità sul tavolo del governo Draghi che dovrà decidere che misure anti Covid attuare dal 6 aprile. Sul tavolo una possibile mini proroga della zona rossa in Italia anche dopo Pasqua. Intanto però Draghi punta tutto sulla riapertura delle scuole che resta la priorità: “Mentre la campagna vaccinale procede è bene pensare di pianificare le riaperture.

Se la situazione epidemiologica lo permette cominceremo a riaprire la scuola in primis e almeno le scuole primarie e dell’infanzia anche nelle zone rosse allo scadere delle attuali restrizioni, speriamo subito dopo Pasqua“, ha detto ieri.