Cronaca

Marta Novello è sveglia e lucida: conferma l’ipotesi rapina, spuntano le dichiarazioni successive all’aggressione

La giovane accoltellata lunedì a Mogliano Veneto è in fase di ripresa ed i medici sperano di sciogliere la prognosi a breve: intanto, la ragazza rilascia le prime dichiarazioni
marta novello accoltellata lucida dichiarazioni

Marta Novello è sveglia, reagisce agli stimoli e parla. A quanto pare, le cure disperate a cui è stata sottoposta hanno funzionato: appena sveglia ha subito chiesto di poter vedere i genitori. Al contempo, sono state diffuse le dichiarazioni che la ragazza avrebbe fatto subito dopo l’aggressione, appena prima di perdere i sensi.

Marta Novello, l’aggressione: ha confermato l’ipotesi rapina

Marta Novello è perfettamente lucida e ricorda tutto: ciò che stava facendo al momento dell’aggressione, l’aggressione stessa e gli istanti successivi.

Ricorda chiaramente anche il suo aggressore, e ciò ha permesso di far combaciare alcuni pezzi, mentre fino a poco tempo fa si aveva solo la versione, apparentemente poco affidabile, del 15enne che l’aveva accoltellata. Le parole di Marta, invece, confermerebbero il movente della rapina: sia subito dopo l’aggressione, quando ha detto ai due operai che l’hanno soccorsa che il giovane voleva rubarle il portafogli, sia dopo essersi risvegliata in ospedale, quando ha confermato di pensare che il ragazzo volesse rapinarla. L’ipotesi non convince invece i genitori della ragazza, come ha spiegato il padre a La Stampa: “Ad oggi non mi convince nulla, forse solo quando ci saranno più informazioni su evidenze tangibili.

Comunque non mi convince l’ipotesi della rapina”.

Marta, le condizioni: si sta riprendendo velocemente

Marta Novello, quando è stata soccorsa, era in condizioni disperate: aveva subito il colpo di 20 coltellate, di cui molte in zone estremamente sensibili come addome e torace. Per salvarla, i medici del Ca’ Foncello di Treviso l’hanno dovuta operare due volte, prima ai polmoni -gravemente compromessa dalle coltellate- e poi agli arti.

Ora, la ragazza sembra migliorare, tanto che Stefano Formentini, dell’Usl 2 di Treviso, ha dichiarato a Il Corriere: “Nelle prossime ore scioglieremo la prognosi, per fortuna la paziente continua a migliorare”.

Potrebbe interessarti