Denise Pipitone, dopo 16 anni si riaccende la speranza. Una ragazza in Russia:

Il 26 ottobre scorso, Denise Pipitone, avrebbe compiuto 20 anni, 16 di questi trascorsi lontano dalla sua famiglia che non ha più notizie di lei dal primo settembre del 2004 quando, all’ora di pranzo, la piccola di soli 4 anni è svanita nel nulla, mai più ritrovata. Le indagini, portate avanti in tutti questi anni e tenute vive dalla speranza di mamma Piera Maggio, sembrano ora condurre verso la Russia.

Denise Pipitone, si riaccendono le speranze: la segnalazione a Chi l’ha visto?

Le speranze non si sono mai affievolite ma di fronte a quello che sa accadendo mantenere saldi i piedi per terra potrebbe ripagare Piera Maggio di quella che altrimenti sarebbe una ridiscesa negli inferi segnata dall’illusione.

Le notizie che arrivano dalla Russia però sembrano avere numerosi punti in comune con quella che è stata la storia della piccola Denise.

Una ragazza in Russia, rapita da piccola, cerca la madre

Tutto è nato dalla segnalazione, casuale, di una telespettatrice di Federica Sciarelli, conduttrice del più noto Chi l’ha visto? e fa a capo di una ragazza che attualmente vive in Russia, che ha la stessa età di Denise e che soprattutto sarebbe in cerca della sua vera famiglia a cui sarebbe stata strappata circa 16 anni fa, dopo essere stata rapita.

Si notato sin da questi istanti i numeri punti in comune, dettagli che ritornerebbe comuni tra la storia della piccola Denise e la storia di questa ragazza che ora vive in Russia. A condire il sospetto e la speranza soprattutto, che questa ragazza possa essere Denise la forte somiglianza con Piera Maggio sebbene sia risaputo come, in questi casi, la meglio l’abbia la suggestione.

Piera Maggio pronta a partire per la Russia

Le coincidenze temporali ci sono e anche una somiglianza tra la giovane e Piera – ha dichiarato la Sciarelli – La bambina ‘russa’ venne ritrovato in un campo nel 2005 e non sapendo chi sia la sua vera madre, è andata in una trasmissione tv russa per mostrare il suo volto e lanciare a sua volta un appello alla vera famiglia“.

In corso sin dai primi istanti tutte le verifiche del caso che saranno minuziose tra cui quello del Dna, la prova che più attende la Maggio. E proprio Piera Maggio sta aspettando l’ok da parte delle autorità per mettersi in viaggio verso la Russia.