AstraZeneca, l'Ema dopo una nuova valutazione sul vaccino dopo gli ultimi casi di trombosi cerebrale:

È finita l’attesa per quanto riguarda il nuovo parere dell’Ema – Agenzia europea per i medicinali (European Medicines Agency) – che torna ad esprimersi ancora una volta sull’affidabilità del vaccino AstraZeneca. Un parere che è stato chiesto una nuova volta a fronte di quelli che sono stati gli ultimi casi di trombosi cerebrale che hanno comportato il decesso di alcuni soggetti che nei giorni precedenti si erano sottoposti alla vaccinazione anti Coronavirus.

AstraZeneca, la nuova valutazione dell’Ema

Ha avuto inizio oggi alle 16 l’attesa conferenza stampa di AstraZeneca, l’Agenzia europea del Farmaco che è stata chiamata a fare una seconda approfondita valutazione sul vaccino anti Coronavirus richiesta dopo alcuni casi di decessi sospetti di soggetti che hanno accusato i sintomi di quelle che sarebbero state trombosi cerebrale.

L’Ema: “I benefici del vaccino di AstraZeneca nel prevenire l’infezione di Covid superano i rischi

Arriva in questi momenti il responso di quella che è stata l’ultima valutazione dell’Ema sul vaccino AstraZeneca dopo lo studio e l’analisi di alcuni rari eventi di trombosi. Così, per la parola di Emer Cooke l’Ema: “Prima di tutto vorrei iniziare dicendo che il nostro Comitato di Sicurezza ha confermato che i benefici del vaccino di AstraZeneca nel prevenire l’infezione di Covid superano i rischi degli effetti collaterali“.

Prosegue poi sempre Emer Cooke: “Il Coronavirus è una malattia molto seria che causa ancora milioni di morti – e tornando sul vaccino AstraZeneca – Questo vaccino si è dimostrato altamente efficace nel prevenire l’ospedalizzazione e sta salvando tante vite. [..] Dobbiamo utilizzare i vaccini che abbiamo a disposizione per proteggerci“.

La valutazione sui rari eventi di trombosi: “Possibili effetti collaterali del vaccino

Entrando invece nel merito di quella che è stata l’analisi sui pazienti che hanno riscontrato i sintomi di trombosi cerebrale dopo essere stati sottoposti al vaccino, Emer Cooke: “I casi riportati di coaguli insoliti dopo la vaccinazione AstraZeneca devono essere elencati come possibili effetti collaterali molto rari del vaccino – spiega l’Ema – [..] una spiegazione plausibile è che ci possa essere una risposta immunitaria al vaccino [..] L’Ema sta lavorando a stretto contatto con le autorità nazionali“, ha poi concluso Emer Cooke.