massacra fidanzata tradisce mario balotelli

Si era convinto che la fidanzata lo tradisse con Mario Balotelli e niente lo avrebbe dissuaso dalle sue idee: per questo, per lungo tempo, ha maltrattato e picchiato la donna, madre di due bambini. Una volta denunciato, è finito a processo: ora il Pm chiede 15 anni di carcere per l’uomo, residente nel bresciano. Il calciatore del Monza, sconvolto da quanto succedeva, aveva anche cercato invano di difendere la donna e di dissuadere l’uomo ad essere violento: purtroppo non era riuscito nel suo intento.

Massacra la fidanzata: è amica di lunga data di Mario Balotelli

Lei, 31 anni, bresciana e madre di due bimbi piccoli, sarebbe un’amica di vecchia data di Mario Balotelli, star del calcio.

Tra loro ci sarebbe sempre stata una profonda amicizia, ma niente di più. Un sentimento che sarebbe però stato frainteso dall’uomo con cui la donna aveva deciso di fidanzarsi, e che vedeva nel rapporto con il calciatore una natura romantico-sessuale. A nulla, negli anni, sarebbero valsi i discorsi della donna: spesso, per via del suo rapporto di amicizia, ha dovuto subire da parte del fidanzato violenze verbali e fisiche.

Massacra la fidanzata: il calciatore aveva provato a difenderla dall’uomo

Al tempo, l’uomo era stato affrontato in un locale di Brescia anche dal calciatore, che aveva voluto difendere l’amica e intimare l’uomo di non usare più la violenza contro di lei.

Purtroppo, neanche la sua intermediazione era bastata, e l’uomo aveva continuato con le sue violenze. Ad un certo punto, ad ogni modo, la donna ha trovato la forza di denunciare e l’uomo, dopo ovvie indagini, è stato accusato di lesioni, violenza sessuale e maltrattamenti. I capi d’accusa sono poi stati ribaditi in sede processuale penale e l’uomo è già da tempo stato raggiunto da un provvedimento di avvicinamento alla vittima.

Lo scorso 15 aprile il Pm, a processo, ha chiesto per l’uomo 15 anni di carcere: ad aggravare la situazione penale dell’uomo c’era anche il fatto che il 30enne era già stato condannato, in precedenza, a 2 anni di pena per maltrattamenti nei confronti di un’altra ragazza.