Regina Elisabetta

La Regina Elisabetta compie 95 anni, e questo sarà il primo compleanno senza il Principe Filippo. Con la morte del duca di Edimburgo in molti tra giornalisti e commentatori in questi giorni hanno manifestato preoccupazione in merito alle condizioni della Regina, inserendo anche l’annosa domanda: “Che succederà adesso, abdicherà?” oppure, “Chi verrà dopo?

Tra passato, presente e futuro, le domande sono tante e, con il 95esimo compleanno della Regina e la recente morte di Filippo, il futuro appare sempre più inesorabilmente vicino.

Gli ultimi due anni da incubo della Regina Elisabetta

I tabloid britannici e non solo hanno tenuto sotto stretta osservazione anche l’altro elemento scottante della Royal Family: il principe Harry.

Seppur sembrerebbe essere stato accolto con estrema freddezza dalla famiglia, grazie ad una mossa della duchessa di Cambridge, che ha fatto si che i due fratelli si parlassero di nuovo, ora sembra che si respiri aria di distensione e si comincia a discutere del futuro. 

Se si allarga l’inquadratura, non sono stati solo gli ultimi giorni ad essere tremendi per Sua Maestà, ma gli ultimi due anni. A partire dagli scandali del “figlio preferito” Andrea, legato a Jeffrey Epstein, passando per la Megxit e approdando alla pandemia… sono tanti gli elementi che hanno reso “difficile” la vita alla sovrana più longeva d’Europa, che di cose ne ha viste parecchie e anche peggiori (per citarne una, guidare le ambulanze sotto le bombe naziste).

Chissà se Elisabetta abbia cambiato idea sul suo Annus Horribilis, slittandolo a questo biennio 2019-2021. 

Una vastità di problemi e complicazioni che hanno rischiato di riversarsi persino sul funerale dell’amatissimo marito, a causa per la presenza di Andrea e di Harry, scongiurando il tutto con la scelta di far indossare a tutti il completo scuro e non la divisa, per evitare ulteriori polemiche.

 

Elisabetta II: la storia e la vita di una regina “per caso”

La Regina Elisabetta è in testa ai sondaggi

La Regina, resta comunque in testa ai sondaggi di YouGov, seguita prima da William e Kate, che hanno raggiunto quasi lo stesso livello di consensi e poi da Carlo il quale, seppur basso, resta comunque in gara.

L’istituzione monarchica nel Regno Unito non è in pericolo, né tantomeno lo sono i Windsor; in un Paese dove l’elemento della tradizione è centrale, anche un uomo come il principe Carlo, ai minimi storici nei sondaggi grazie anche alla quarta stagione di The Crown, sarà re.

Ed è a questa eventualità che Politico ha strizzato l’occhio analizzando i possibili rischi. Se Carlo diventerà re, sarà all’altezza? Avrà il carisma della madre? Domande alle quali difficilmente si può rispondere adesso, il Principe di Galles ha 71 anni e il suo regno sarà sicuramente di transizione, e contribuirà a mettere la basi alla nuova monarchia. Chi può dire che non abbia già discusso con il figlio William un atto di reggenza per inserirlo nelle pratiche regali?

Il futuro della Corona non è solo nelle mani di Carlo ma in quelle di tutti i membri senior della famiglia, che il principe intende rivedere, e i quali sano quali siano i problemi da risolvere.

La Regina Elisabetta e la frase sull’amore

In tutta questa incertezza che guarda al futuro però un elemento chiaro c’è, ed è il carattere fuori dal comune della Regina Elisabetta. È vero, Sua Maestà in questo momento è in lutto e sta soffrendo molto, come riportato spesso in questi giorni, la morte del Principe Filippo le ha lasciato un vuoto enorme ma non l’ha distrutta, come molti commentatori hanno rilanciato in questi giorni.

Dopo quattro giorni Elisabetta era già al lavoro riprendendo gli affari di stato più urgenti, come ad esempio il colloquio col Primo Ministro Johnson.

Non ha lasciato e non intende farlo perché consapevole del suo ruolo al punto che nulla le impedirà di venire a mancarne: nel 2001, dopo gli attentati del’11 settembre, Elisabetta ha pronunciato quella frase iconica che proprio in questa circostanza è tornata in circolazione: “Grief is the Price we Pay for love- il dolore è il prezzo che paghiamo per l’amore”. 

La Regina abdicherà?

Quindi no, la Regina non intende abdicare nemmeno di fronte a questo momento così doloroso, rispettando quella promessa fatta nel lontano 1947, quando davanti a tutti gli esponenti del Commonwealth ha giurato che avrebbe servito il suo Paese fino alla fine.

Ipotesi che sembrerebbe confermata anche dalle parole riportate dalla rivista People e pronunciate da una persona molto vicina alla Famiglia: “Lei non abdicherà mai per il senso dell’onore e del dovere al pubblico servizio che è ben radicato in lei, come lo era per lui”.

Approfondisci: