Anna Oxa contro la Rai, dalle polemiche a Sanremo alla decisione di denunciare:

Il 28 aprile la cantante Anna Oxa compirà 60 anni e per lei è arrivato il momento di togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Nel corso di una lunga intervista al Corriere della Sera, la donna ha raccontato le sue esperienze passate, ricordando le molte partecipazioni al Festival di Sanremo da sempre accompagnate da critiche a suo avviso immotivate. Dal suo racconto inoltre emerge come tutt’oggi vi sia una ferita aperta e difficile da risanare con la Rai, che da tempo la escluderebbe dalle sue trasmissioni.

Anna Oxa sulla sua carriera: “Devi essere ciò che sei”

La cantante Anna Oxa ha esordito a soli 16 anni su uno dei palchi più importanti per l’Italia, quello dell’Ariston.

Da Sanremo 1978 a oggi la donna ha cercato di vivere il suo amore per la musica, seguendo sempre una sola regola: ascoltare se stessa e la sue esigenze, ma pare che questa scelta le abbia causato non poche difficoltà. “Già a 16 anni ho vinto Sanremo Giovani con ‘Un’emozione da poco’ e con un’immagine punk, e poi ho cambiato, ma tanti mi dicevano di restare uguale perché, se no, il pubblico poteva rimanerci male. Io, invece, ho sempre saputo che devi essere ciò che sei ha raccontato al Corriere della Sera.

La Oxa ha poi riflettuto sulle accuse di “volgarità” che in passato le sono state rivolte, per via di alcune scelte d’immagine.

“Le tante cose che si sono viste dipendono dalla mente di chi guardava” ha spiegato.

Le discusse apparizioni televisive

I ritorni a Sanremo di Anna Oxa sono stati accompagnati da non poche critiche rivolte proprio ai suoi outfit e ciò non ha fatto che destare forti dubbi nella cantante. Parlando delle reazioni alla tutina in pelle sfoggiata a Sanremo ’85 e all’ombelico scoperto dell’anno successivo, la cantante ha mostrato grande perplessità. “Quella tuta la mettono tutti i ballerini e non ha mai suscitato tanto clamore.

L’ombelico era una goccia scoperta mentre già tutte le donne andavano nude… La domanda è: perché solo se faccio io certe cose scateno interesse?”.

Il penultimo Sanremo e l’allontanamento dalla Rai

Nel 2006, Anna Oxa è ritornata sul palco di Sanremo ma nuovamente la sua partecipazione è stata accompagnata da critiche particolarmente pesanti. A far discutere in questo caso sembrerebbe essere stato il suo brano, giudicato troppo triste e sofferente dalla giuria. La cantante ha spiegato come anche in questo caso la sua scelta artistica sia stata dettata dal desiderio di tenere fede alla sua personalità: “Mi hanno chiesto di andare e ho detto: vengo, se posso portare quello che sono e ho portato una mistura di suoni, vibrazioni, drammaturgia, un mare di umanità”.

In quell’occasione, le critiche sarebbero andate ben oltre l’aspetto artistico. “Nessuno parlava del brano, si dicevano solo cose per ferire, ma io non sono stata ferita. Io ho vissuto il processo creativo, che m’importa se altri fanno il branco e poi devono sbranare il lupo?”, ha ricordato.

In seguito a queste difficoltà, Anna Oxa si sarebbe inoltre vista esclusa anche da altri programmi mandati in onda sulle reti Rai.

“Da quando nel 2013 mi sono fatta male a Ballando con le stelle, la Rai mi ha chiuso le porte ha spiegato.

La decisione di Anna Oxa: denuncia contro la Rai

Come già raccontato in passato, dopo essere stata vittima di un incidente nel corso della sua partecipazione al programma di Milly Carlucci la Oxa non è più riuscita a ritornare in Rai. Dapprima le è stata negata la possibilità di tornare a Ballando con le Stelle 2014 in veste di ospite e in seguito era saltata anche una partecipazione a una trasmissione di Carlo Conti. Dopo 6 anni dall’episodio nel talent, la cantante ha infine deciso di sporgere denuncia nei confronti della Rai.

“Io ho fatto causa solo nel 2019, perché comunque l’ufficio legale bloccava tutte le richieste dei programmi che mi volevano – ha spiegato – questa come la chiamate: non violenza?”.

Il “veto” della Rai varrebbe peraltro anche per il Festival di Sanremo, in cui la Oxa non appare più ormai dal 2011.

Anna Oxa e la musica: “Io sono tranquilla, faccio la mia arte”

Nonostante la televisione rappresenti una componente molto importante per la vita artistica dei cantanti nostrani, che proprio qui possono esibirsi per un vasto pubblico, Anna Oxa non sembra volersi lasciare scoraggiare dalla situazione. “Io sono tranquilla, faccio la mia arte, la gente mi segue lo stesso” ha riflettuto, parlando poi di “autenticità”.“Da anni, non sono in tv, eppure, ho un pubblico enorme, e sono sui giornali anche se non dico niente. E so che ho un rapporto col pubblico creato su una vera vocalità e su qualcosa di autentico: persone che guardano a me come un’artista che non ha mai fatto della sua arte una convenienza” ha poi concluso.