Roberto Speranza

È oggi il giorno dedicato a Roberto Speranza. Questa mattina comincia l’esame in Senato della mozione di sfiducia presentata da Fratelli d’Italia nei confronti del ministro della Salute Roberto Speranza in merito all’inchiesta sul mancato aggiornamento del piano pandemico. Il ministro della Salute è diventato nell’ultimo anno di crisi sanitaria uno dei ministri più di spicco del Governo. Da quanto si sa in queste ore, Pd, M5S e Forza Italia voteranno tutti contro la sfiducia. Un fronte unito a cui si unirebbe, sembra, anche la Lega di Matteo Salvini.

Roberto Speranza, mozione di sfiducia: le parole di Giorgia Meloni

A più di un anno dall’inizio della pandemia nulla è cambiato.

Continuano i controsensi e le prese in giro nei confronti di milioni di italiani in ginocchio…“, scrive su Facebook Giorgia Meloni. Nei commenti al suo post, poi, invita tutti a firmare la petizione creata per sfiduciare Roberto Speranza: “Per sostenere la mozione di Fratelli d’Italia per sfiduciare il Ministro Speranza firma la nostra petizione“, si legge ancora con il link al sito apposito. “Faccio un appello al buonsenso di tutte le forze politiche per fare altrettanto. Nel frattempo, la nostra petizione online per sostenere la mozione va avanti con successo“, dice ancora la presidente di Fratelli d’Italia.

Roberto Speranza, mozione di sfiducia: la posizione di Salvini

Intanto Matteo Salvini prende tempo. “Prima di decidere su come votare vorrei farmi una chiacchierata con il sottosegretario Sileri, persona che stimo enormemente di cui ho grande fiducia, per chiedergli come ha vissuto, come ha lavorato e come sta lavorando con Speranza il sottosegretario Sileri, che è dei 5 stelle e non della Lega. Mi affiderò anche ai suoi ragionamenti e alle sue parole. Il parere di Sileri mi interessa“, ha spiegato ieri Salvini, come riporta AdnKronos.

Il destino della Lega sembra però quello di accodarsi alle altre forze di Governo e quindi votare contro la sfiducia al ministro Speranza.