Matteo Salvini scrive a Tommaso Zorzi e a Fedez:

Continua il botta e risposta social tra il leader della Lega Matteo Salvini e Tommaso Zorzi, seguito a ruota dal rapper e marito di Chiara Ferragni, Fedez. Fedez e Zorzi, entrambi nella giornata di ieri, avevano voluto sottolineare quanto premesse a Salvini festeggiare le 100mila firme raccolte con la sua petizione per cancellare il coprifuoco senza però dare adito alle oltre 500mila raccolte a favore della calendarizzazione del DDL Zan, che ha trovato sblocco io alla Camera.

Un botta e risposta pungente quello tra Zorzi e Salvini a cui si è poi aggiunto Fedez, della stessa corrente del vincitore del GF Vip.

Matteo Salvini, sempre sui social, risponde con una lettera aperta a entrambi.

Tommaso Zorzi e la polemica con Matteo Salvini per la petizione sul coprifuoco

100mila firme non sono niente“, sottolineava ieri Zorzi riferendosi alla petizione di Salvini per la cancellazione del coprifuoco. Firme che Salvini festeggiava su Instagram e proprio via storie Zorzi aveva voluto sottolineare quanto “poco” ci fosse da festeggiare dal momento che la petizione per il DDL Zan, ostacolato fermamente dalla Lega, ne aveva raccolte più di 500mila senza che però Salvini le prendesse in considerazione.

Un faccia a faccia pubblico feroce quello tra Zorzi e Salvini al quale poi era arrivata ferma controbattuta dell’opinionista: “Ancora una volta fa finta di non capire“, aveva scritto Zorzi in riferimento al leader della Lega.

Matteo Salvini risponde a Tommaso Zorzi: la lettera su Instagram

Caro Tommy, io rispetto le battaglie di tutti e non mi permetto di insultare nessuno, men che meno chi non conosco, come te – ha poi scritto il leader della Lega, risentito per le parole di Zorzi che definiva una “petizione di mer*aquella avviata per la cancellazione del coprifuoco – Ognuno può amare chi vuole, vivere con chi vuole, far l’amore e ballare con chi vuole, per fortuna.

Chi discrimina o aggredisce in base al colore della pelle o alle scelte affettive, sessuali e di vita è un cretino, sempre“. E sempre Salvini, via Instagram: “Anche chi insulta il prossimo in base al partito che vota o alla petizione che firma è un cretino – sottolinea, scoccando una velenosa frecciatina nei confronti di ZorziPronto a offrirti un caffè quando vuoi, in serenità, per parlare di coprifuoco, di Zan, di giovani e futuro. Pace e bene“.

Matteo Salvini scrive a Tommaso Zorzi e a Fedez:
Matteo Salvini risponde a Tommaso Zorzi

La polemica con Fedez e la lettera pubblica di Salvini: “In attesa di conoscerti

Quando loro raccolgono 99mila firme è una grande vittoria, quando dall’altra parte ci sono quasi MEZZO MILIONE di firme pro DDL ZAN se ne fregano altamente“, aveva invece commentato dal canto suo Fedez, riferendosi anche lui al giubilo di Salvini per la petizione sul coprifuoco.

E anche a lui, Matteo Salvini risponde via Instagram con una nuova storia: “Caro Fedez, non solo ti ammiro come artista ma ti ringrazio come cittadino per i generosi contributi che hai dato per la costruzione dell’Ospedale anti-Covid in Fiera a Milano e per aiutare i lavoratori dello spettacolo in difficoltà“, scrive Salvini.

Matteo Salvini scrive a Tommaso Zorzi e a Fedez:
La lettera social di Matteo Salvini a Fedez

Non è tempo di polemiche ma di costruzione – puntualizza il leader della Lega nella lettera aperta – per cui sarei ben contento di incontrarti per parlare di diritti, lavoro e libertà. Chi discrimina, insulta o aggredisce in base al colore della pelle, all’aspetto fisico o alle scelte in amore è un cretino e va punito“, scrive riprendendo il concetto già espresso nella lettera a Tommaso Zorzi. “Senza togliere a nessuno la libertà di pensare che un bimbo abbia diritto ad avere una mamma e un papà e che l’utero in affitto sia una barbarie sulla pelle delle donne.

Sperando che tu possa firmare a sostegno della nostra battaglia di libertà #nocoprifuoco, come altri 119.225 cittadini hanno già fatto in soli 3 giorni, ti saluto in attesa di conoscerti“.