Beppe Fiorello

Beppe Fiorello farà presto ritorno nella serata di Rai 1 e a maggio terrà compagnia ai telespettatori per ben due sabati di fila. La rete televisiva ha deciso di riproporre due dei film in cui l’artista recita come protagonista, andati per ora in onda una sola volta. Per l’occasione, la Rai ha pensato di proporre un insolito orario di inizio per lasciare maggiore spazio al programma preserale di Amadeus, Soliti ignoti.

Beppe Fiorello nel sabato sera italiano

Il secondo fine settimana di maggio porterà una grande novità nella programmazione del sabato sera italiano. Se il 1° maggio Rai 1 manderà in onda le repliche di Sotto copertura: la cattura di Zagaria, una settimana più tardi sarà il turno di Beppe Fiorello che riapparirà nei panni di due grandi personaggi da lui interpretati.

Come riporta TVBlog, la prima rete ha infatti deciso di regalare ai suoi telespettatori 2 speciali appuntamenti con il repertorio dell’attore siciliano. Sabato 8 maggio andrà in onda il film L’oro di Scampia, mentre il 15 sarà il turno di Io non mi arrendo.

Per entrambi i film è previsto un orario di inizio diverso dal solito, per lasciare spazio a una versione estesa dei Soliti Ignoti. Il programma preserale condotto da Amadeus terminerà infatti all’incirca verso le 22, facendo così slittare l’orario d’inizio dei film.

L’oro di Scampia e La mia vita sportiva: le trame in breve

L’oro di Scampia è un film uscito nelle sale nel 2013 e già mandato in onda su Rai1 nel 2014. Si tratta di un prodotto liberamente ispirato al libro La mia vita sportiva di Gianni Maddaloni, in cui si racconta la storia del campione olimpico di Judo Pino Maddaloni. Nella pellicola Fiorello interpreta il ruolo di Enzo, figura ispirata al padre di Maddaloni, che gestisce una palestra nel cuore di Scampia accogliendo i ragazzi del quartiere e offrendo loro una seconda chance grazie allo sport.

Io non mi arrendo è invece una miniserie di due puntate andata in onda nel febbraio 2016, in cui si racconta la storia di Marco Giordano, interpretato da Fiorello e ispirato alla figura di Roberto Mancini. Quest’ultimo era un poliziotto della Criminalpol e morì a causa di un linfoma che lo colpì in seguito alle indagini sul traffico di rifiuti tossici campani, nella zona della “Terra dei fuochi”.

Nuovo appuntamento musicale per fine maggio

Trascorsi i due fine settimane in compagnia delle storie di Beppe Fiorello, il testimone passerà nelle mani di uno dei temi più apprezzati dai telespettatori italiani: la musica.

Sabato 22 maggio infatti andrà in onda la 65esima edizione dell’Eurovision Song Contest, in diretta da Rotterdam. A commentare la trasmissione per l’Italia ci saranno Cristiano Malgiolio e Gabriele Corsi.

Approfondisci: