Economia

Bonus vacanze 2021: novità con il Decreto Sostegni e il Milleproroghe, come chiederlo e dove spenderlo

Bonus vacanze, novità per il 2021: come fare per richiederlo, quali sono i requisiti necessari e le nuove modalità con cui si potrà spendere il voucher
Bonus vacanze 2021: novità in arrivo con il Decreto Sostegni e il Milleproroghe, come si potrà richiedere

Il bonus vacanze torna protagonista con l’avvicinarsi dell’estate. Un emendamento del Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, al Decreto Sostegni introdurrà alcune novità rispetto al 2020 e a breve potrebbe essere comunicata la nuova finestra di invio delle domande.

Chi ne ha diritto? Cosa cambierà in concreto dall’anno scorso?

Bonus vacanze: ecco i requisiti per richiederlo e quanto vale

Il bonus vacanze è un’agevolazione prevista dal Decreto rilancio. Nel 2021 non dovrebbe presentare variazioni nelle modalità di richiesta rispetto all’anno scorso.

Ecco dunque i requisiti necessari per presentare domanda:

  • ISEE del nucleo familiare fino a 40mila euro
  • SPID o CIE 3.0 (carta di identità elettronica)
  • App IO per richiedere e ricevere il bonus

L’ammontare del voucher è legato al numero dei componenti del nucleo familiare: sono previsti infatti 500€ per famiglie con 3 o più membri, 300€ per le coppie e 150€ per le persone singole. Per presentare domanda per il bonus vacanze, un solo componente per famiglia dovrà munirsi di identità digitale, scegliendo tra SPID e Carta di Identità Elettronica, ed effettuare l’accesso alla App IO della Pubblica Amministrazione.

Dovrà quindi fornire i dettagli dell’ISEE per vedere elaborata la propria richiesta.

Il bonus vacanza è, di fatto, un codice identificativo digitale erogato tramite la App IO. Per spenderlo, è necessario presentare tale codice alla struttura prescelta assieme al proprio codice fiscale.

Bonus vacanze: come e dove spenderlo

Il bonus vacanze è spendibile per l’80% subito, sotto forma di sconto presso la struttura in cui si intende trascorrere la vacanza. Il 20% restante sarà detratto dall’imposta sul reddito, dopo l’avvenuta dichiarazione dei redditi.

Il bonus vacanze va speso in soggiorni sul territorio italiano, presso tutte le imprese che hanno codice Ateco 55, quali ad esempio villaggi turistici, rifugi di montagna, campeggi, b&b, hotel e agriturismo. Non sarà possibile usare il bonus se si prenota tramite piattaforme online: sono infatti ammesse solo prenotazioni tramite agenzie di viaggio e tour operator. La struttura, inoltre, deve rilasciare fattura, documento commerciale, scontrino o ricevuta fiscale, con il codice fiscale della persona che usufruisce dello sconto.

Bonus vacanze, le novità del 2021

Una delle novità che potrebbero essere introdotte quest’anno è la possibilità di rateizzare il bonus, cioè di sfruttarlo in più strutture e in più soggiorni e di cederlo alle agenzie di viaggi.

Si potrà quindi prenotare e pagare direttamente in agenzia.

Bonus vacanze prorogato fino al 2022

Il Decreto Milleproroghe ha da subito agito sul bonus vacanze. Dopo una prima proroga al 31 dicembre, ora ne ha esteso la validità da 18 a 24 mesi. Chi ne ha fatto richiesta nel 2020 e non l’avesse ancora speso, potrà quindi approfittarne fino a giugno 2022.

Potrebbe interessarti