sparatoria napoli carabinieri

All’alba di ieri si era introdotto in casa della ex compagna, Paola Piras, di 50 anni, per poi accoltellarla e uccidere anche suo figlio, Mirko Farci, appena 19enne. Il giovane, stando alle prime informazioni, si era gettato sulla madre nel tentativo di difenderla dall’uomo. Dopo una prima fuga, i carabinieri hanno catturato l’uomo.

Accoltella l’ex compagna e uccide il figlio 19enne di lei: catturato

Ieri l’uomo che era sospettato di aver ferito l’ex compagna e ucciso il figlio della donna era ricercato in tutta l’Ogliastra, in Sardegna. Qualche ora dopo è avvenuta la cattura: Ansa, infatti, riporta la cattura di Masih Shahid, 29 anni.

È lui l’uomo sospettato di aver accoltellato madre e figlio nella mattinata di ieri. L’uomo è stato portato nella caserma dei Carabinieri di Tortolì per essere interrogato dai militari dell’Arma. Sembra poi che, una volta alla caserma di Tortolì, il 29enne sia quasi stato linciato dalla folla.

Sgomento a Tortolì

C’è sgomento in tutta la comunità dopo la notizia della morte di un ragazzo di 19 anni: “La nostra comunità è stata svegliata questa mattina da una terribile notizia. Siamo tutti attoniti e profondamente scossi da questa tragedia che ha spezzato irrimediabilmente la serenità di tutti noi“, si legge sul profilo Facebook del Comune.

Ciò che è accaduto è insopportabile e inaccettabile. Una giovane vita spezzata e una madre che combatte per la vita. Ci stringiamo, insieme a tutta la nostra comunità alla famiglia, in questo momento di dolore incolmabile“, aggiungono ancora. “Siamo fiduciosi nelle indagini della magistratura e nel lavoro delle forze dell’ordine e attendiamo gli sviluppi“, conclude poi il sindaco Massimo Cannas tramite Facebook. Moltissimi commenti di vicinanza, in accordo con le parole del sindaco, accompagnano il post.

Tortolì comune, post Facebook

Christian Solinas, presidente della Regione Sardegna, riflette su quante accaduto in queste ore: “L’ennesimo delitto che si consuma tra le mura domestiche, l’ennesimo atto di ferocia scatenato contro una donna.

Per proteggere la madre è intervenuto eroicamente il figlio Mirko, rimasto ucciso“, riporta l’Unione Sarda. “Occorre interrogarsi sulle radici di tanta violenza, e sugli strumenti da attuare per proteggere le donne e tutti i soggetti più fragili dalla furia cieca e sanguinaria che sempre più spesso, purtroppo, si scatena tra mura domestiche“, dice ancora.