Coprifuoco, Speranza parla di possibile riduzione

Il coprifuoco sembra avere giorni contati, recenti dichiarazioni del ministro della Salute Speranza fanno ben sperare su una sua prossima modifica.

È attesa per la giornata di lunedì la cabina di regia per valutare le riaperture per il nuovo decreto atteso per il 24 maggio. Sulla fine del coprifuoco si è espresso favorevolmente anche il minsitro degli Esteri Di Maio, che ha ripreso le parole del ministro della Salute.

Coprifuoco, è arrivato il momento di superarlo

Il coprifuoco potrebbe essere modificato, a dare l’input ad un eventuale cambiamento oppure cancellazione è stato lo stesso ministro della salute Roberto Speranza, che ha detto: “Con i dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco“.

Il ministro ha poi aggiunto: “Questo è possibile proprio grazie alle misure adottate in questi mesi e ai comportamenti corretti della stragrande maggioranza delle persone e, naturalmente, grazie alla campagna di vaccinazione che è la leva fondamentale per aprire una nuova stagione nel Paese“.

Speranza ha poi aggiunto che si può già pensare a graduali riaperture: “Possiamo proseguire con ragionata fiducia verso graduali riaperture, mantenendo la necessaria prudenza”.

Coprifuoco, in arrivo un nuovo decreto

Per arrivare al cambiamento sul coprifuoco, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha convocato per la giornata di lunedì la cabina di regia, per valutare quali novità introdurre nel decreto del 24 maggio.

Secondo le informazioni già trapelate, oltre al coprifuoco, potrebbero cambiare anche diverse date già elencate. Ad esempio l’orario di rientro a casa potrebbe slittare dalle 22 alle 23, e terminare alle 5. Potrebbe cambiare anche la data di riapertura dei ristoranti al chiuso, che potrebbe essere anticipata al 24 maggio.

Sul tavolo ci sono anche altre questioni:

  • I banconi del bar: anche in questo caso l’ipotesi è quella di anticipare la possibilità di consumare al banco al 24 maggio
  • I centri commerciali: potrebbero riaprire nel week end a partire dal 22/23 maggio
  • Le piscine al chiuso: non si parla di date ma la questione sarà analizzata
  • I parchi tematici: la richiesta è quella di anticipare la riapertura di un mese, passando al 1 giugno
  • I matrimoni: sul tavolo ci sono le proposte delle associazioni di categoria, che richedono la possibilità di riprendere dal 15 giugno con dovute misure di sicurezza.

    Approfondisci: