domenica-in-sandra-milo

Sandra Milo ha ricevuto martedì sera il David alla carriera 2021, nel corso della serata dedicata alle premiazioni dei David di Donatello. L’attrice ha ritirato il prestigioso premio ricevendo una standing ovation dal pubblico in sala. Forti emozioni che la Milo rivive oggi a Domenica In, ripercorrendo quegli istanti e confessando a Mara Venier: “Non mi aspettavo questo riconoscimento“.

Sandra Milo e il David alla carriera

Sandra Milo è stata una delle indiscusse protagoniste della serata dedicata alla 66° edizione dei Premi David di Donatello. Andato in onda su Rai1 martedì sera e condotto da Carlo Conti, l’evento ha reso omaggio ai grandi protagonisti del cinema nazionale attraverso numerose premiazioni.

Come ogni anno sono stati tantissimi gli ospiti d’eccezione ad aver calcato il palco dei David, da Monica Bellucci a Diego Abatantuono, sino alla grandissima Sandra Milo.

L’attrice è stata invitata e ha ricevuto il David alla carriera 2021: un omaggio prestigioso ed importante atto a celebrare la sua lunga carriera sul set, al servizio del cinema e dello spettacolo nazionale. Visibilmente emozionata, Sandra Milo ha ritirato il premio ringraziando tutti per questo riconoscimento. Ma le celebrazioni non finiscono qui, perché l’attrice è oggi ospite di Mara Venier nello studio di Domenica In, dove si presenta assieme al suo David alla Carriera e dove ripercorre i magici istanti di quella indimenticabile serata.

David di Donatello, le emozioni della serata

Sandra Milo fa il suo ingresso nello studio di Domenica In con il suo David alla carriera fra le mani. A Mara Venier rivela: “Non mi aspettavo questo riconoscimento, io non l’ho mai ricevuto. Ho fatto tanti film belli ma non mi è mai arrivato e quindi non me l’aspettavo. La cosa sorprendente è che i miei figli sono impazziti di gioia, erano emozionati“.

Il suo pensiero nella serata dei David, così come oggi a Domenica In, è indirizzato ai lavoratori dello spettacolo e a tutti i registi meno famosi ma comunque talentuosi e quindi meritevoli di essere premiati: “Non ero così emozionata, ero contenta. Ero contenta perché ho lavorato anche con piccoli registi, anche loro se lo meritavano. Tutti lo fanno con passione questo lavoro, sperando di dare il meglio di sé. Non tutti ci riescono, ma l’impegno che uno mette è importantissimo ed è bello premiarlo“.

Sandra Milo e l’amore per i figli e i nipoti

La vita di Sandra Milo è sempre trascorsa nel segno della gioia, ma anche del dolore.

La riflessione dell’attrice: “Non sono una privilegiata, come tutti ho dolori e tragedie. Ma c’è un tempo per vivere la tragedia e uno per vivere l’amore e la felicità. Quando uno nasce, la prima cosa che fa è piangere: viene al mondo piangendo, non sorridendo. Il male e l’amore sono le due grandi componenti della vita. Una volta che hai accettato questo, il dolore lo devi vivere e non ti lascia ma vivi bene anche la gioia e l’amore. Credo di essere riuscita a trovare un certo equilibrio“.

A colmare il suo cuore da sempre sono i figli, che l’hanno sostenuta sino all’ultimo per questo ulteriore riconoscimento alla carriera: “Loro sono l’unica cosa che mi emoziona veramente.

Mia nipote è venuta a casa e mi ha detto: ‘Nonna, questa rosa l’ho portata per te perché te la sei veramente meritata’. Com’è bello vivere quando si hanno queste gioie“.

Sandra Milo e Sophia Loren, il mancato incontro ai David

Gioia di vivere e spensieratezza hanno da sempre contraddistinto la grande Sandra Milo, che rivela: “Ho sempre pensato che la cosa più bella della vita sia amare. Ti riempie, dà senso alla tua vita. Soprattutto i miei figli mi hanno dato una forza, come a tutte le donne.

Questa è la bellezza della vita: quando puoi rendere felici gli altri“.

In chiusura di intervista l’attrice rivolge un ringraziamento speciale ad una collega straordinaria, anch’essa premiata nella serata dei David come la Miglior attrice protagonista: Sophia Loren. “Io ero dietro e lei è entrata – spiega la Milo, amareggiata per non essere riuscita ad incontrarla durante quella serata – Ho solo sentito la sua voce, una grande emozione. Ho pensato: ‘Lei è proprio la regina del cinema mondiale’. È un capolavoro vivente, è bellissima, bravissima, ha un temperamento straordinario“.