Nicola Savino chi è: la vita privata, la carriera e le curiosità del conduttore del Le Iene

Nicola Savino è un conduttore televisivo e radiofonico italiano. Da giovanissimo si è approcciato al mondo della radio, la sua più grande passione, approdando in seguito anche in televisione, grazie alla sua bravura e all’apprezzamento del pubblico.

Tutto su Nicola Savino, chi è il presentatore in onda in questo periodo su Italia 1 il martedì sera con Le Iene.

Chi è Nicola Savino: gli esordi nel mondo della radio

Nicola Savino è nato a Lucca il 14 novembre 1967 da una famiglia del Sud trapiantata a Metanopoli, la città del metano, una frazione di San Donato Milanese (in provincia di Milano), dove il padre lavorava per l’ENI.

Nel 1984, a soli 16 anni, ha iniziato a lavorare per un’emittente locale, Radio Sandonato.

Nei 5 anni successivi si è diviso tra radio e discoteche ma ha contattato anche vari network radiofonici proponendosi come regista. Nel 1989 è arrivata una risposta positiva da Radio Deejay: qui Savino si è occupato della regia prima di W Radio Deejay e poi di Baldini ama Laurenti.

Chi è Nicola Savino: il successo in radio

Dopo una parentesi a Radio Capital, nel 1996 Nicola Savino è tornato a Radio Deejay. Durante la trasmissione di Linus Deejay chiama Italia, Savino è stato interpellato frequentemente dal conduttore per conoscere la sua opinione di “uomo della strada” sui fatti del giorno e per Nicola Savino è stato l’inizio del successo.

Infatti questi interventi dapprima estemporanei hanno riscosso un enorme successo e l’Uomo Della Strada è diventata una presenza fissa.

Nel 1998 Nicola Savino ha iniziato la sua esperienza di imitatore radiofonico. Co-autore del programma Ciao Belli, ha dato vita a una serie di imitazioni di personaggi memorabili come Luciano Ligabue, il capitano dell’Inter Zanetti, Giampiero Galeazzi, Silvio Berlusconi ed Enrico Ruggeri. Nel 1999 è diventato ufficialmente co-conduttore di Deejay chiama Italia col suo nome anagrafico.

Nel 2006 ha condotto da solo Rio, programma radiofonico sulla musica e i protagonisti degli anni ‘80.

Chi è Nicola Savino: l’approdo in televisione

Nicola Savino è stato autore di numerosi format televisivi di successo. Dal 1996 al 2004 si è occupato del Festivalbar, mentre dal 1998 al 2002 de Le Iene. All’inizio degli anni 2000 ha iniziato a far capolino sul piccolo schermo come conduttore televisivo, soprattutto per le reti private di Sky Cinema. Dal 2003 al 2009 ha condotto Quelli che il calcio sulla Rai per poi riprendere dal 2013.

La carriera di Savino è esplosa. Nello stesso periodo, infatti, ha presentato anche altri programmi Mediase come Colorado Cafè, Scorie, Matricole & Meteore e nel 2011 e 2012 lIsola dei Famosi. Si è occupato anche per la Rai del DopoFestival, Un boss in incognito, e Un minuto per vincere. Dal 2018 è tornato in Mediaset conducendo Le Iene, 90 Special e Balalaika. Nel 2020 ha condotto per la Rai L’Altro Festival, finendo in una spirale di accuse da parte di Elisabetta Gregoraci. In questo periodo è in onda tutti i martedì sera su Italia 1 con Le Iene.

Chi è Nicola Savino: la vita privata

Nicola Savino si è sposato due volte.

La prima è stata a 24 anni ma la coppia divorziò dopo poco tempo. Come ha raccontato in un’intervista a Sottovoce, aveva voluto sposarsi così giovane per contrapporsi al divorzio dei genitori, avvenuto quando lui non era ancora maggiorenne: “Loro non hanno fatto, secondo me, una buona famiglia e ho deciso di farla io. (…) non andò bene. Bisogna ponderarle le scelte. Il vero amore folgorante a quella età accade di rado”. Nel 2009, invece, ha sposato Manuela Suma con cui aveva già avuto la figlia Matilda e con cui conviveva da 10 anni.

Chi è Nicola Savino: curiosità

Oltre alle esperienze radiofoniche e televisive, Nicola Savino si è occupato anche di doppiaggio.

Nel 2011 ha doppiato Will il Krill in Happy Feet 2, nel 2016 il bradipo Flash in Zootropolis, e infine nel 2018 il coniglio Peter Rabbit nel primo film Peter Rabbit e nel sequel Peter Rabbit 2 – Un birbante in fuga. Inoltre, ha recitato come attore nei film Agente Matrimoniale e Mi fido di te.

Oltre alla radio, Nicola Savino è un grande appassionato di tram e di sport, ed è un supertifoso dell’Inter. Inoltre, non tutti sanno che Savino in tenera età ha perso un dito: durante la sua infanzia infatti è stato protagonista di uno spiacevole incidente all’ospedale. Come ha raccontato a Verissimo: “Per un calo di peso mi ricoverarono in ospedale. (…) Nel cambiare la flebo, con una forbicina, invece di tagliare solo la garza l’infermiera mi tagliò anche il dito. Cercarono di riattaccarmi il dito ma non ci riuscirono”.