confermato vitalizio a Formigoni

Nelle scorse ore il consiglio di garanzia del Senato ha confermato la decisione di ridare il vitalizio a Roberto Formigoni, ex presidente della Regione Lombardia e senatore della Repubblica. La decisione era già stata presa dalla Commissione contenziosa e ora arriva solo la conferma della decisione con tre voti a favore (quelli di Lega e FI) e due contrari.

Confermato vitalizio a Formigoni

Dopo la decisione di confermare la pensione all’ex presidente della Lombardia, il suo avvocato, Domenico Menorello, ha commentato: “È stato semplicemente applicato un basilare principio di diritto secondo cui il bene della vita al quale è funzionale la pensione non è totalmente comprimibile“, riporta Agi.

E ancora: “La pensione serve a sopravvivere e nessuno può ottenere una seconda condanna agli stenti“.

Formigoni e vitalizio: il commento del M5s

Naturalmente, dopo la diffusione della notizia, è arrivato anche il commento in una nota di alcuni importanti esponenti del MoVimento 5 stelle, Paola Taverna, vice presidente del Senato, Laura Bottici, questore di Palazzo Madama, e Gianluca Perilli. “Il condannato per corruzione Formigoni riprende il vitalizio, e con lui gli altri ex senatori riconosciuti colpevoli di gravi reati.

Dal Senato arriva un nuovo schiaffo ai cittadini italiani: la Lega e Forza Italia se ne assumono la responsabilità di fronte al Paese“, si legge. “Il Consiglio di Garanzia, in cui non siede il M5s dopo il tradimento di un nostro ex senatore, ha deciso di respingere il ricorso avanzato dall’amministrazione di Palazzo Madama contro la sentenza di primo grado con la quale la commissione Contenziosa aveva annullato la delibera Grasso del 2015“, aggiungono per contestualizzare. Poi concludono: “Noi non ci arrendiamo e rilanceremo la nostra battaglia con nuove proposte“, riporta Tgcom24.

Formigoni e il vitalizio: le parole di Vito Crimi

Sulla stessa linea anche Vito Crimi. “Questa sera il Consiglio di Garanzia del Senato ha confermato la restituzione del vitalizio a Roberto Formigoni. L’ex presidente della Regione Lombardia può ringraziare la Lega e Forza Italia che, ancora una volta, sono stati determinanti per corrergli in soccorso e blindarlo“, a scriverlo in una nota è il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi. Poi aggiunge: “Dal Senato stasera arriva un altro schiaffo al Paese reale, l’ennesimo inaccettabile atto di arroganza da parte di chi si considera al di sopra dei cittadini.

Stanno prendendo a picconate il principio di uguaglianza ma il Movimento risponderà, ancora una volta. Noi ci metteremo la faccia che loro non hanno“.