Cronaca dal Mondo

Il principe William commenta le indagini sull’intervista a Lady D: “Luride e false dichiarazioni che hanno giocato sulle sue paure e paranoie”

Il principe William non ha usato toni morbidi, scagliandosi contro la BBC e ricordando l'importanza del ruolo dei media e dell'informazione
Il principe William commenta la vicenda dell'intervista a Lady D

Come previsto, è arrivato il commento del principe William sull’esito dell’indagine svolta da Lord Dyson, sull’intervista rilasciata da Lady Diana alla BBC nel 1995. Intervista durante la quale Diana aveva reso pubblici tutti i retroscena della vita privata della Royal Family e del suo matrimonio con il principe Carlo; è stato proprio durante questa intervista che Lady D aveva parlato di matrimonio affollato e non solo.

Lo scorso autunno era stata avviata un’indagine privata, condotta da un ex giudice britannico, Lord Dyson, e un giornalista. Entrambi erano partiti dal sospetto che a Lady D quelle parole fossero state estorte con l’inganno.

A distanza di pochi mesi dall’apertura del fascicolo, e a quasi 20 dall’intervista alla BBC, è emersa la verità. Martin Bashir, il giornalista che l’ha intervistata quel giorno di novembre del 1995, ha mostrato a Lady Diana dei documenti falsi per aumentare il suo risentimento verso l’ex marito.

Il principe William rilascia un comunicato sull’intervista a Lady D

Il principe William ha reso noto un comunicato lungo e pieno di parole durissime e colme di rabbia nei confronti della BBC e del lavoro di Martin Bashir, e piene di ringraziamenti nei confronti di Lord Dyson e del suo team che si sono occupati dell’indagine.

È un bene che la BBC accetti in toto gli elementi scoperti da Lord Dyson, che sono estremamente preoccupanti” ha scritto William, aggiungendo: “Che gli impiegati della BBC hanno mentito e usato falsi documenti per ottenere l’intervista con mia madre, fatto luride e false affermazioni sulla Royal Family che hanno giocato sulle sue paure e paranoie“.

William si è poi rivolto ai metodi della BBC aggiungendo: “Mostrando una triste incompentenza nell’investigare su lamentele e preoccupazioni sul programma e su come sono stati evasivi nel riportare ai media, e coprire, quello che sapevano dalla loro indagine interna“.

il comunicato del Principe William

William difende la madre Lady D dalla BBC

Il comunicato del principe William prosegue con una dura critica all’operato della prima e più importante emittente britannica, la BBC dicendo: “Dal mio punto di vista è stato deplorevole il modo in cui l’intervista ottenuta ha sostanzialemnte influenzato quello che mia madre ha detto. L’intervista è stato quello che ha più contribuito nel peggiorare la relazione tra i miei genitori, ferendo innumerevoli altri“.

È di indrescrivibile tristezza sapere che i fallimenti della BBC hanno contribuito in modo significativo ad aumentare le sue paure, paranoie e isolamento che io mi ricordo dei suoi ultimi anni“.

L’accusa alla BBC di William

Ma quello che mi rende più triste è che se la BBC avesse prorpiamente indagato sulle lamentele e le preoccupazioni già emerse nel 1995, mia madre avrebbe saputo di essere stata tradita. Lei è stata abbandonata non solo da un giornalista canaglia ma da tutti i capi della BBC che si sono girati dall’altra parte invece che porsi le domande difficili“:

É la mia ferma convinzione che questo programma di Panorama non abbia nessuna legittimità e non dovrebbe essere mandata in onda mai più.

Ha effettivametne stabilito una narrativa falsa che per più di 25 anni è stata commercializzata dalla BBC e altri” Il principe a questo punto ritiene doveroso che tutto ciò che riguarda questa intervista vada chiarificato dalla BBC e da chiunque altro abbia scritto o intenda scrivere su questa vicenda.

In un’ epoca di fake news, il servizio pubblico di informazione e la stampa libera non sono mai stati così importanti.

Questi fallimenti, identificati da giornalisti investigativi, non hanno solo amareggiato mia madre, la mia famiglia, ma hanno amareggiato il popolo stesso” ha concluso il principe William.

Potrebbe interessarti