Esame di terza media in tempi di Covid: tutte le norme da seguire per studenti, commissari e istituti scolastici

Esame di terza media influenzato dal Covid anche quest’anno: l’esame sarà composto da una prova orale e dalla redazione e presentazione di un elaborato. Ministero e sindacati confermano il protocollo di sicurezza già applicato durante l’anno scolastico 2019/2020.

Ecco dunque quali saranno le norme da seguire per gli studenti, i commissari e gli istituti scolastici.

Esame di terza media: cambiano le regole sulle mascherine

Il 21 maggio sono state pubblicate le Linee operative per garantire il regolare svolgimento degli esami di Stato a.s. 2020/21, che regolamentano l’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione ma anche quello di Maturità.

La prima norma riguarda le mascherine che dovranno essere indossate dagli alunni e dai commissari in sede d’esame:

  • Quest’anno non sarà più possibile utilizzare le mascherine di comunità, dunque andranno indossate solo mascherine chirurgiche certificate come dispositivi medici e di protezione individuale;
  • Sconsigliate anche le mascherine FFP2, secondo il parere del CTS.

Esame di terza media: le norme per gli studenti

Gli studenti potranno essere accompagnati da una sola persona e dovranno presentare le seguenti dichiarazioni:

  • Assenza di sintomi respiratori o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di espletamento dell’esame e nei tre giorni precedenti;
  • Non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • Non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Anche gli accompagnatori dovranno indossare la mascherina chirurgica e presentare le stesse dichiarazioni. Gli studenti potranno abbassare la mascherina soltanto nel corso del colloquio, purché siano distanti almeno 2 metri dalla commissione.

Se i candidati non potessero garantire il rispetto di una delle tre condizioni richieste, dovranno presentare una certificazione medica e non presentarsi per sostenere l’esame.

La commissione prevederà una sessione suppletiva d’esame che si concluderà entro il 30 giugno o, in casi eccezionali, al termine dell’anno scolastico.

Per gli studenti con disabilità certificata, il protocollo prevede inoltre:

  • La presenza di eventuali assistenti, i quali dovranno indossano i guanti oltre alla mascherina chirurgica se non potranno garantire il distanziamento;
  • La possibilità di svolgere la prova orale in videoconferenza, su decisione del consiglio di classe.

Esame di terza media: le regole per i commissari

Anche per i commissari, convocati per le riunioni preliminari, le  prove orali e le valutazioni, sarà obbligatorio dichiarare di:

  • Non avere sintomatologie respiratorie o febbre superiore a 37.5°C nel giorno di avvio delle procedure d’esame e nei tre giorni precedenti;
  • Non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • Non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

    In caso contrario, il commissario non deve presentarsi all’esame, comunicando la propria assenza così da poter essere sostituito per tempo.

    Secondo l’Ordine Ministeriale n. 52 del 2021, se uno o più commissari d’esame non possono seguire i lavori e la prova d’esame in presenza, per ragioni sanitarie legate al Covid, il presidente della commissione ne dispone la partecipazione in videoconferenza o comunque in modalità sincrona a distanza.

    I commissari dovranno::

    • indossare la mascherina chirurgica fornita dal Dirigente Scolastico;
    • cambiare la mascherina a ogni sessione di esame (mattutina/pomeridiana);
    • igienizzare le mani.

    Esame di terza media: la sicurezza nelle scuole

    L’istituzione scolastica dovrà adottare le seguenti misure per consentire lo svolgimento degli esami in sicurezza:

    • convocare i candidati con un calendario e una scansione oraria definita, per evitare assembramenti di studenti in attesa;
    • comunicare il calendario sul sito della scuola e tramite registro elettronico, rilasciando su richiesta un documento che garantisca allo studente la precedenza di accesso ai mezzi pubblici nel caso di assembramenti;
    • prevedere lo svolgimento degli esami in ambienti ampi e dotati di finestre;
    • garantire almeno 2 metri di distanziamento tra i commissari;
    • distanziamento nel caso di prove pratiche;
    • distanziamento di almeno 2 metri anche per gli eventuali accompagnatori.