riaperture palestre dal 24 maggio, le regole da seguire

Al via allo sport in palestra da lunedì 24 maggio. Le riaperture relative alle attività sportive sono tra le più attese per il ritorno alla normalità: dal 15 maggio sono tornate attive le piscine all’aperto, mentre il 1° luglio sarà il turno di quelle al chiuso.

Quali sono le misure che dovranno adottare gli sportivi e le palestre?

Riaprono le palestre: le regole per le strutture

Le strutture hanno obblighi precisi da far rispettare. In particolare, da oggi dovranno:

  • Predisporre e applicare all’ingresso di ogni ambiente un cartello con l’indicazione sul numero massimo di sportivi ammessi all’interno. Sono compresi gli spogliatoi e le sale;
  • Rilevare la temperatura a chiunque acceda alla struttura, dunque ai frequentatori ma anche ai soci, agli addetto e agli accompagnatori;
  • Posizionare dispenser di gel igienizzante nelle zone di accesso e di maggior passaggio;
  • Indicare le modalità e le tempistiche necessarie per il ricambio dell’aria all’interno dei locali;
  • Respingere l’accesso di chi registri una temperatura superiore a 37,5°;
  • Consentire l’ingresso solo a chi indossi correttamente la mascherina;
  • Predisporre il filtraggio dell’aria nelle sale chiuse e con elevata densità di persone e di attività;
  • Predisporre percorsi diversi per l’ingresso e l’uscita dalla palestra.

Riaperture palestre: come si torna a praticare sport

Gli sportivi che intendono tornare a praticare sport in palestra dovranno assicurarsi di seguire alcune prescrizioni:

  • I bambini possono essere accompagnati da un solo familiare;
  • La distanza interpersonale minima da rispettare è 1 metro;
  • La mascherina va indossata correttamente e può essere tolta solo nel momento in cui si pratica un’attività, garantendo il distanziamento dagli altri sportivi;
  • Lavarsi le mani con frequenza;
  • Riporre i propri abiti in borse personali, senza quindi lasciarli all’interno delle zone condivise;
  • Bere da bicchieri monouso o da borracce personali;
  • Non consumare cibo negli spogliatoi e nelle sale dove si praticano le attività sportive;
  • Disinfettare e non condividere gli effetti personali;
  • Accedere alle strutture con l’abbigliamento sportivo, o utilizzare gli spogliatoi il meno possibile;
  • Non toccare gli oggetti e la segnaletica fissa all’interno della struttura;
  • È vietato l’utilizzo delle docce.

Approfondisci

Riaperture, via la mascherina all’aperto entro agosto: l’ipotesi di Pregliasco

Riaperture e decreti, dalle piscine agli eventi: tutte le date della ripartenza e come cambia il coprifuoco

Decreto Covid, coprifuoco e riaperture: le richieste delle Regioni al premier Mario Draghi