TV e Spettacolo

Aurora Leone dei The Jackal cacciata dalla Partita del Cuore: “Sei una donna, non puoi stare seduta qui”

Aurora Leone dei The Jackal sui social denuncia di essere stata cacciata dalla Partita del Cuore in quanto donna: le sue parole sul gravissimo atto di sessismo
aurora leone cacciata dalla partita del cuore perché donna

Gravissimo episodio di sessismo contro Aurora Leone dei The Jackal: la celebre attrice e videomaker del gruppo napoletano avrebbe dovuto prendere parte alla Partita del Cuore, organizzata domani sera tra la Nazionale Cantanti e i Campioni per la Ricerca. Durante una cena all’albergo che ospita gli ospiti dell’evento, Aurora Leone sarebbe stata allontanata dal direttore generale della Nazionale Cantanti in quanto donna.

Aurora Leone cacciata dalla Partita del Cuore: “Sei una donna”

Ha dell’assurdo e dell’incredibile l’episodio riportato in queste ore dal J Hotel, l’albergo di Torino che sta ospitando le personalità televisive che domani sera scenderanno in campo per la Partita del Cuore, che da sempre è simbolo di solidarietà e vicinanza per un tema comune.

Quest’anno la Nazionale Cantanti affronta i Campioni per la Ricerca, squadra della quale fan parte non solo personalità come Agnelli, Nedved, Elkann, Buffon e Pirlo, ma anche personaggi dello spettacolo come Ciro Priello e Aurora Leone dei The Jackal.

Proprio lei è stata vittima del caso di maschilismo, che, se confermato, non ha proprio modo di trovare giustificazioni.

Aurora Leone e Ciro, dall’account Instagram, hanno infatti denunciato di essere stati avvicinati da uno degli organizzatori della Nazionale Italiana Cantanti, che avrebbe detto alla donna: “Mi ha detto che non potevo stare seduta lì“. Inizialmente hanno pensato di aver sbagliato tavolo, poi la frase shock: “Tu Ciro puoi restare, è lei che non può restare. Sei una donna, non puoi stare seduta qui, sono le nostre regole“.

Aurora cacciata dalla Partita del Cuore perché donna: esplode la polemica

Una frase che basta e avanza per capire come mai, in pochissimo tempo, attorno all’evento è scoppiata la bufera.

Aurora Leone ha provato a spiegare di essere stata chiamata a partecipare alla Partita del Cuore, ma le sarebbe stato risposto che: “Non mi far spiegare il motivo per cui non puoi stare qui, alzati“. Sarebbero poi stati chiamati in disparte dal direttore generale della Nazionale Cantanti, Gianluca Pecchini, che avrebbe rincarato la dose: “Va bhe ma tu mica giochi, sei un accompagnatrice“.

La Leone ha quindi rivelato, nelle storie, che le sono state chieste le misure per la divisa e tutto. La risposta: “Il completino te lo metti in tribuna, da quando in qua le donne giocano“.

Grande la rabbia di Ciro Priello e la collega, che a quel punto si sono (comprensibilmente) infuriati al punto di essere stati cacciati dall’albergo. I due riferiscono che non faranno parte della Partita domani sera e di aver ricevuto la solidarietà di cantanti come Eros Ramazzotti e del Presidente della Fondazione per la Ricerca dietro il team dell’evento di beneficienza. Perché sì, tutto questo è accaduto per una partita di beneficienza, il che rende l’accaduto ancora più sconcertante.

Potrebbe interessarti