green pass europeo su app io, come funziona

Dal 1° luglio si torna a viaggiare liberamente in tutta Europa con il Green Pass. Gli italiani lo troveranno in formato digitale sull’App Io. A dare la notizia il ministro per l’Innovazione, Vittorio Colao, in vista dell’entrata in vigore del certificato europeo che rimetterà in moto le vacanze estive e che avrà validità di un anno.

Green Pass su Io: chi può ricevere il certificato

Io, l’App della Pubblica Amministrazione è già conosciuta dagli italiani per la gestione del Cashback di Stato. In 11 milioni, infatti, l’hanno già scaricata e ora sembra avere tutte le carte in regola per diventare la piattaforma ideale su cui visualizzare il green pass.

Il certificato Green Pass sarà rilasciato a tutti coloro che si sono già sottoposti al vaccino, che sono in possesso di un certificato di guarigione da Covid-19 o di un tampone negativo risalente alle 24 ore precedenti.

A livello italiano il certificato è stato già testato per spostarsi tra le regioni rosse o arancioni. Tuttavia, adesso l’Italia è interamente gialla e si prepara a diventare bianca a partire dalla metà di giugno.

Green Pass europeo a portata di un click

“Verso metà giugno saremo pronti e dal 1° luglio partirà”, dichiara Colao in merito al Green Pass e poi spiega: “È un certificato, non un passaporto e forse non dovremo neppure scaricarlo ma arriverà una notifica e chi ha l’App lo avrà lì dentro.

Immediatezza e semplicità dovrebbero quindi essere le prerogative del nuovo formato digitale. Tanto il lavoro a monte di cui si sta occupando Sogei, l’azienda italiana che opera nel settore informatico. Qui si raccoglieranno i dati relativi ai certificati di vaccinazione o di guarigione e i risultati dei test diagnostici. In merito alla privacy, è stato subito precisato, inoltre, che i dati resteranno nel Paese di origine e non in quello ospitante.

Il Green Pass si prepara a spazzare via le altre restrizioni

Chiunque sia in possesso del Green Pass non dovrà subire nessun altro tipo di restrizione da parte dei Paesi UE. Dunque all’arrivo nel Paese di destinazione nessuna quarantena, autoisolamento o tampone potranno essere imposti, salvo che “tali misure non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica” in relazione alla pandemia.

Approfondisci

Green pass Ue: cosa prevede e quali sono i requisiti per ottenerlo senza sottoporsi a test e quarantena